+B

Lingua esperanto

Lingua esperanto: l'idioma che unisce i popoli

  • Una lingua nata a tavolino
  • Un sistema linguistico semplice da apprendere
  • Tecniche innovative che velocizzano la memorizzazione di regole grammaticali e vocabolario

Perché è nata la lingua esperanto?

L'obiettivo di Ludwik lejzer Zamenhof, soprannominato "Doktoro Esperanto", era creare una lingua che potesse permettere alle diverse comunità di comunicare tra loro in modo facile e intuitivo. Una lingua universale avrebbe abbattuto le discriminazioni linguistiche, determinate dal fatto che, per quanti sforzi una persona compia per apprendere una lingua straniera, raggiungere il livello di un madrelingua è praticamente impossibile. Studiare l'esperanto significa iniziare tutti dalla stessa base. Oggi sono circa un milione (distribuite in 120 Paesi) le persone che si sono avvicinate all'esperanto.

In particolare, questa lingua è popolare in Cina e Vietnam, ma anche in Paesi come Ungheria e Polonia. Esiste anche un archivio cartaceo (ideato nel 1974), il "Pasporta Servo" (in italiano "Servizio Passaporto"), che permette di ospitare o di essere ospitati, in modo completamente gratuito, dagli esperantisti di tutto il globo. Questo servizio oggi è attivo anche in Rete e conta quasi 1.500 membri di novanta differenti Paesi. Certo, vista anche la scarsità di materiale disponibile, un percorso da autodidatta potrebbe portare ben presto allo scoramento. È sicuramente meglio affidarsi a una realtà conosciuta nell'insegnamento delle lingue come Babbel, piattaforma online specializzata in tale ambito, che lascia liberi di scegliere la frequenza delle lezioni e di usufruire dei contenuti da smartphone o tablet.

Una lingua semplice da apprendere

Uno dei vantaggi dell'accostarsi all'esperanto è rappresentato dalla facilità di apprendimento di questo idioma. Diversi studi indicano come per imparare le basi della lingua esperanto sia sufficiente un tempo dalle 5 alle 10 volte inferiore a quello necessario per studiare qualsiasi altra lingua, inglese compreso. Questo a che cosa è dovuto? Innanzitutto all'esistenza di un numero ridotto di regole grammaticali, solo sedici, ma anche all'esistenza di un solo modo per indicare un suono, alla presenza di un'unica ortografia regolare e a una coniugazione che risponde a una logica matematica. Il vostro percorso verso l'apprendimento potrebbe rivelarsi ancora più semplice del previsto abbonandovi a servizi come Babbel che vi offre ben quattordici lingue a prezzi convenienti.

Ognuno dei corsi proposti prende forma da un attento lavoro svolto da un team di ben centocinquanta linguisti e insegnanti madrelingua. Ciascuna combinazione di lingue, inoltre, presenta una struttura differente; una scelta volta a favorirne l'assimilazione rapida e duratura. L'esperanto è caratterizzato da una ortografia regolare. Questo che cosa significa? Alcuni esempi vi aiuteranno a comprendere meglio di cosa si tratti. Se i nomi terminano con la lettera "o", in esperanto gli aggettivi si concludono con la "a". Se gli avverbi vedono una "e" alla fine, per ottenere il plurale delle parole non occorre altro che aggiungere la "j" (in lettura diventa "y"). I termini del vocabolario invece si ottengono aggiungendo prefissi e suffissi.

L'italiano "bello" in esperanto diventa "bela", il suo contrario, ossia "brutto", si scrive "malbela". Allo stesso modo diminutivi e accrescitivi prevedono l'aggiunta finale, rispettivamente, di "et" e "eg". Una volta assimilata questa logica vedrete crescere rapidamente il vostro vocabolario di esperanto. Come gli studenti che scelgono l'App di Babbel per approcciarsi a una lingua straniera, dovrete sviluppare molto la funzione di ripasso nel medio periodo. Sarà il sistema basato sulla ripetizione dilazionata, in particolare, a permettervi di memorizzare facilmente i vocaboli studiati.

Il metodo Babbel ha conquistato studenti in tutto il mondo

La possibilità di dedicare qualche minuto del vostro tempo libero allo studio dell'esperanto vi stuzzica, ma non avete assolutamente idea di come iniziare? Vi piacerebbe farlo comodamente a casa e in qualunque momento della giornata? Per questo e per molto altro oltre un milione di studenti hanno già eletto Babbel come migliore metodo d'apprendimento online per le loro lingue di elezione. La App interattiva li accompagna progressivamente nella pronuncia, nella comprensione dei testi, nell'ascolto e nel parlato.