+B

Viaggio nel Regno Unito: cosa visitare a Londra e oltre

Il fascino del Regno Unito: viaggiare in Inghilterra e oltre 

State imparando o rispolverando l’inglese? Andare alla scoperta delle bellezze del Regno Unito può indubbiamente essere un ottimo modo per immergervi nella lingua e praticarla con le persone del luogo e per andare alla scoperta di tanti luoghi di interesse culturale. Per cominciare potreste visitare la capitale della Gran Bretagna, che rimane una meta ambita da parte di molti italiani e stranieri per viaggi di piacere, studio e lavoro. Questo nonostante l’incertezza del post Brexit e le domande che ha indotto molti viaggiatori italiani a porsi, come ad esempio: serve il passaporto per andare in Inghilterra?

Cosa visitare a Londra

Londra è una città iconica, meta imprescindibile di un viaggio in Gran Bretagna. Come tutte le grandi capitali ha offerto e offre tanti forti contrasti: emblematico quel “God Save the Queen” dell’inno nazionale del Regno Unito, cantato solennemente da alcuni e in modo beffardo da chi ha coltivato i germi della ribellione punk. Iconiche e note a molti sono anche le attrazioni turistiche più classiche: Buckingham Palace, il Big Ben e la House of Parliament, il Tower Bridge, la St Paul’s Cathedral sono solo alcune di esse. Londra ha una lunga storia che parte dall’epoca romana (sì, nel caso non sapeste chi ha fondato Londra: sono stati i romani) e una scena culturale contemporanea internazionale e vivace, che ha pochi pari al mondo. Una storia e una cultura contemporanea in mostra nei numerosi musei e gallerie d’arte di grande prestigio che la città ospita: dal British Museum alla Tate Gallery, dalla National Gallery al Victoria and Albert Museum (solo per citarne alcuni).

Dimenticatevi gli stereotipi inglesi, Londra infatti è un’entità a sé ed è nota per il suo multiculturalismo che, tra i vari vantaggi, ne presenta uno che renderà felici le buone forchette: un’offerta gastronomica variegata, ricca di profumi e sapori provenienti da tutto il mondo. Le spezie indiane, la cucina caraibica, le specialità cinesi: ce n’è davvero per tutti i gusti e le tasche. Si conta che nella capitale della Gran Bretagna risiedano oltre due milioni di stranieri. Quindi non siate timidi e approfittate di quest’occasione per sfoggiare il vostro inglese nella vita di tutti i giorni, la migliore palestra per acquisire sicurezza e parlare in scioltezza. Liberatevi della paura di sbagliare e, se proprio volete andare sul sicuro, date un’occhiata agli errori più comuni tra gli italiani che parlano inglese. Come in tutte le grandi città vi consigliamo di immergervi nelle abitudini locali e di trascorrere almeno un weekend da veri londinesi tra pinte di birra al pub, passeggiate al mercato e relax al parco. Ritagliarsi del tempo per assaporare i momenti di relax è importante!

Terminologia: viaggiare in Inghilterra, Gran Bretagna o Regno Unito? Facciamo un po’ di chiarezza

Nel linguaggio comune questi termini vengono spesso utilizzati come sinonimi, ma esiste in realtà una differenza. La differenza tra Gran Bretagna e Regno Unito consiste nel fatto che il termine Gran Bretagna si riferisce alla sola isola principale, mentre il Regno Unito comprende anche l’Irlanda del Nord. Quanti Paesi ci sono in Gran Bretagna dunque? Sono tre: Inghilterra, Scozia e Galles. Come si intuisce a questo punto esiste dunque anche una differenza tra Inghilterra e Regno Unito: la prima è solo uno dei Paesi che compongono il secondo. La bandiera britannica riassume l’unione dei diversi Paesi: è frutto infatti della sovrapposizione di tre simboli. La croce rossa di San Giorgio per l’Inghilterra, la croce diagonale bianca di Sant’Andrea per la Scozia e la croce diagonale rossa di San Patrizio per l’Irlanda. Ora avete tutte le informazioni che vi servono per evitare di confondervi, eccetto una: il vocabolario in lingua originale, fondamentale per evitare strafalcioni con i madrelingua. Sapete come si dice Gran Bretagna in inglese? Great Britain (GB)! Mentre quando si parla di United Kingdom (UK) ci si riferisce al Regno Unito. L’Inghilterra è naturalmente England.

Le caratteristiche dell'app

  • Un'interfaccia intuitiva e facile da usare

  • Un modello di abbonamento trasparente

  • Una lezione di Babbel dura, in media, solo 15 minuti

  • La prima lezione è gratuita e le successive hanno un prezzo contenuto

  • Gli argomenti di apprendimento vengono scelti da te, in base alle esigenze della tua vita quotidiana

La cultura del Regno Unito

La capitale della Gran Bretagna ha un suo appeal davvero unico, ma è naturalmente solo una delle tante mete da esplorare se pianificate un viaggio nel Regno Unito. È difficile elencare tutti i luoghi d’interesse all’ombra della bandiera britannica, ma di seguito vi faremo qualche esempio. Per gli amanti della natura più spettacolare, i paesaggi da ammirare sono tanti. Intraprendendo un viaggio in Gran Bretagna potreste visitare la Jurassic Coast, con le sue splendide formazioni rocciose e i suoi fossili, oppure organizzare una passeggiata nella nota brughiera.

Che dire poi delle verdi isole della Scozia, dei suoi numerosi laghi e delle sue Highlands? O delle coste mozzafiato di Cornovaglia? Spostandovi in Irlanda del Nord, invece, troverete un affioramento roccioso davvero unico, avvolto da un’aura leggendaria: il selciato del gigante. Se siete alla ricerca di un viaggio a ritroso nel tempo avrete l’imbarazzo della scelta: una miriade di monumenti neolitici, castelli, fortezze e residenze storiche aspettano solo di essere visitati e ammirati, insieme al paesaggio circostante. Gli appassionati di musica e di cultura pop potranno anche ripercorrere le orme di grandi protagonisti in questo ambito e scoprire le capitali onorarie di generi musicali in vari luoghi del Regno Unito.

Infatti, oltre alla swinging London e alla Londra del punk, ci sono tante piccole mecche della musica sparse per il Paese. Manchester è la culla della new wave british anni ‘80 nonché città natale degli Oasis. A Liverpool c’è il museo The Beatles story, dedicato al leggendario quartetto. Glasgow è la città dei Simple Minds e dei Mogwai e vanta una vivace offerta in quanto a concerti. Bristol, invece, è stata grande protagonista degli anni ‘90: è qui che l’influente sound del trip hop ha avuto origine. E questo è solo un assaggio di quanto c’è da esplorare nel Regno Unito. Lasciatevi sedurre e approfittatene per mettere in pratica il vostro inglese: la comprensione della cultura locale passa anche dalla lingua!

Comincia adesso

Dicono di Babbel