Babbel Logo

È possibile studiare le basi di una lingua straniera in un’ora? Ecco 4 suggerimenti per velocizzare l’apprendimento

Abbiamo chiesto a 4 poliglotti esperti nell’apprendimento delle lingue di partecipare a una sfida davvero ai limiti dell’impossibile: studiare le basi di una nuova lingua in un’ora! Ci saranno riusciti? Ecco i loro consigli per avere successo!
Author's Avatar

Pensate di poter iniziare a imparare le basi di una lingua straniera in un’ora?

Che cosa? Ma siete matti?

Già ci immaginiamo la vostra faccia: sarete sicuramente scettici e starete pensando che è ridicolo anche solo immaginarlo. In così poco tempo non si riesce nemmeno ad aprire il dizionario! Nella migliore delle ipotesi, potreste imparare qualche parola e alcune frasi fatte che però, diciamo la verità, dimentichereste il giorno dopo.

Quindi non si riesce proprio a fare di meglio in una sola ora? No, decisamente no.

A meno che…

Abbiamo chiesto a 4 poliglotti esperti nell’apprendimento delle lingue di partecipare a una sfida davvero ai limiti dell’impossibile: imparare le basi di una nuova lingua in un’ora!

Per rendere la sfida più fattibile, come lingua di studio abbiamo proposto il rumeno.
Perché proprio il rumeno? È una lingua romanza che ha molte similitudini con le lingue che i poliglotti parlano già: francese, spagnolo, italiano, portoghese (e per alcuni di loro anche catalano e lingua occitana). Inoltre, per essere sicuri di ottimizzare l’ora di apprendimento, ad ogni studente abbiamo assegnato un tutor personale rumeno che li aiutasse a studiare e a imparare davvero la nuova lingua.

I 4 partecipanti hanno messo in pratica diverse tecniche di apprendimento.

Ecco i loro suggerimenti per vuole imparare una lingua ed iniziare a parlare fluentemente il prima possibile.

Alex Rawlings – Regno Unito

Sono molto curioso ma anche un po’ agitato. Questa è probabilmente la sfida linguistica più assurda che io abbia mai fatto. Spero, a fine giornata, di riuscire a scambiare più di due parole con qualcuno. Chiedo troppo?

Il mio metodo: imparate i verbi prima di tutto

Con una sola ora a disposizione, sapevo di dover iniziare a parlare fin da subito: ho scelto di concentrarmi sui verbi più comuni e sulla loro coniugazione. In seguito, ho aggiunto sostantivi e aggettivi per rendere le mie frasi più sensate e interessanti.

Luca Lampariello – Italia

Riuscire ad avere una conversazione con un madrelingua mi fa venire voglia di imparare una nuova lingua. Per me il contatto con le persone è molto importante.

Il mio metodo: iniziate subito a parlare

Iniziare a parlare non richiede la perfezione ma il coraggio: fare errori è normale, ma anche una piccola conversazione è ottima per tenere alta la motivazione. Quando riesco a dire qualcosa in una lingua che sto imparando e le persone capiscono, sono al settimo cielo. “Lanciarsi” nella conversazione, errori compresi, aiuta ad apprendere più velocemente che cercare di comporre frasi corrette nella mente prima di parlare.

Michael Youlden – Regno Unito

Tutti quanti parliamo una varietà di lingue romanze. Quindi spero che questo ci aiuterà.

Il mio metodo: scrivete tutto

Imparare le lingue comporta la memorizzazione di molte cose (parole, verbi, costruzioni…): inutile apprendere qualcosa se poi non si riesce a ricordarlo, giusto?

Pronunciare i nuovi vocaboli a voce alta è molto importante, ma è anche essenziale metterli nero su bianco; d’altronde le parole esistono sia come suono sia in forma scritta, no? Prendere appunti è un metodo comprovato che aiuta ad imprimere nella memoria vocaboli e grammatica. Inoltre il supporto scritto aiuta anche la conversazione. È un circolo “virtuoso”!

Matthew Youlden – Regno Unito

Dobbiamo concentrarci e cercare di individuare le strutture ricorrenti, cercare le similitudini con le lingue che conosciamo già. Sicuramente non riusciremo a parlare dopo un’ora, ma avremo sicuramente imparato un vocabolario di base e qualche semplice frase.

Il mio metodo: cercate le parole imparentate

Le parole imparentate sono quei vocaboli che, pur appartenendo a lingue diverse, hanno la stessa origine e lo stesso significato. Se la vostra lingua di studio appartiene alla stessa famiglia della vostra lingua madre, troverete moltissime parole imparentate: il mio consiglio è quello di individuarne quante più possibile e di utilizzarle in associazione a quei vocaboli che, al contrario, non vi suonano familiari.

Vuoi mettere in pratica i consigli dei poliglotti?

Inizia subito un corso su Babbel!