Babbel Logo

Le tradizioni di Capodanno in giro per il mondo

Come si aspetta la mezzanotte nei vari paesi del mondo? E come si festeggia l’arrivo del nuovo anno? Ecco la nostra lista di usanze più curiose!
Author's Avatar
Le tradizioni di Capodanno in giro per il mondo

Lenticchie, biancheria intima rossa, bacio sotto il vischio… tutti conoscete le tradizioni locali, ma che fare – ad esempio – nel caso in cui decideste di festeggiare Capodanno all’estero?

Ecco una lista delle usanze più curiose che troverete in giro per il mondo!

Germania

Chi l’ha detto che i tedeschi non hanno il senso dell’umorismo? Un cortometraggio mandato in onda ogni Capodanno in Germania dimostra il contrario: “Dinner for One”, uno sketch britannico, va in onda su tutte le reti a varie ore. La particolarità? “Dinner for One” è degli anni Sessanta, in bianco e nero, e completamente in inglese. Miss Sophie e il suo maggiordomo James (senza dimenticare la pelle di tigre) sono i protagonisti indiscussi di questa serata, ma tutti conoscono i dialoghi del cortometraggio a memoria!

“Frohes Neues Jahr!”

Spagna

In Spagna, si mangia un acino d’uva per ogni rintocco di campana che saluta il nuovo anno (quindi 12 in tutto) e per ogni acino è possibile esprimere un desiderio che si dovrebbe avverare l’anno seguente. Se ci si è dimenticati di comprare dell’uva niente paura, la si può trovare anche all’ultimo minuto, specialmente nei negozi dei quartieri turistici, in confezioni da 12 (spesso naturalmente a sovrapprezzo). Ma chi vuole risparmiare proprio sulla fortuna?

¡Feliz Año Nuevo!

Brasile

Se si ha la fortuna di vivere vicino al mare o di andare in spiaggia per Capodanno, si devono saltare sette onde a mezzanotte – meglio se vestiti di bianco – esprimendo sette desideri che dovrebbero avverarsi nell’anno seguente.

Per esprimere desideri in modo più preciso bisogna ricorrere, un po’ come in Italia, alla biancheria intima: gialla per denaro, rossa e rosa per l’amore, verde per la speranza, bianca per la pace, lilla per la carriera e arancione per avere figli.

Feliz Ano Novo!

Bulgaria

In Bulgaria, si festeggia l’anno nuovo con una tradizione che si chiama “Survakane”. La mattina del primo gennaio ci si batte sulla schiena con un ramo di corniolo decorato (Surwatschki) che dovrebbe regalare salute e una lunga vita. Di solito, il compito è affidato ai bambini, i cosiddetti “Surwakari”, che spesso vanno di casa in casa e ricevono in cambio biscotti, nocciole, frutta secca o altri piccoli regali.

Честита Нова година! (Chestita Nova Godina)

Scozia

La festa di Capodanno si chiama “Hogmanay” e una delle tradizioni più importanti è il first footing per amici, parenti e vicini. La prima persona a metter piede in casa (first-foot) porta con sé la fortuna e qualche volta anche un paio di regalini: i più tipici sono una moneta d’argento (metallo considerato di buon auspicio), pane, sale, carbone ma anche whisky, che rappresenta il benessere, il gusto, il calore… e che contribuisce anche a una bella bevuta. Salute!

Bliadhna Mhath Ùr!

Vuoi festeggiare in tutte le lingue?

Inizia un corso su Babbel!

Articoli che ti potrebbero interessare

La tradizione di San Valentino in Europa

La tradizione di San Valentino in Europa

Buon San Valentino! Scoprite con noi cinque tradizioni insolite sul giorno di San Valentino da vari Paesi europei. E voi, come festeggiate San Valentino?
Una dichiarazione d’amore per le lingue

Una dichiarazione d’amore per le lingue

Anche le lingue straniere meritano… una dichiarazione d’amore!
Rompere con qualcuno… in 7 lingue diverse!

Rompere con qualcuno… in 7 lingue diverse!

Come si comportano gli innamorati… quando l’amore non c’è più? Ecco come rompere con qualcuno in 7 lingue diverse.
Author Headshot
Sandra Halter
Sandra Halter è cresciuta nella cittadina sveva di Heidenheim an der Brenz e si è trasferita a Berlino nel 2002. Dopo aver studiato Scienze Politiche e Sociali a Berlino e Parigi e aver fatto tappa qua e là, è arrivata felicemente da Babbel. Resta sempre in attesa che qualcuno le chieda di commentare in diretta la cerimonia di premiazione degli Oscar o il prossimo royal wedding.
Sandra Halter è cresciuta nella cittadina sveva di Heidenheim an der Brenz e si è trasferita a Berlino nel 2002. Dopo aver studiato Scienze Politiche e Sociali a Berlino e Parigi e aver fatto tappa qua e là, è arrivata felicemente da Babbel. Resta sempre in attesa che qualcuno le chieda di commentare in diretta la cerimonia di premiazione degli Oscar o il prossimo royal wedding.

Che lingua vuoi imparare?