Che lingua vuoi imparare?Right Arrow

Tutti i modi per salutare in russo

Non basta sapere dire Privet.
Tutti i modi per salutare in russo

Il saluto è il nostro primo punto di contatto quando ci avviciniamo a qualcuno, è uno spunto sociale, una sorta di password per iniziare una conversazione. Il modo in cui salutiamo qualcuno può rivelare il nostro umore, riflettere la nostra personalità e persino dare indizi sul nostro background sociale o regionale. Tutti questi fattori dimostrano l’importanza di padroneggiare i saluti appropriati quando si impara una nuova lingua! In russo, ci sono tre cose a cui prestare attenzione quando si sceglie un saluto: l’ora del giorno, la persona che si ha di fronte e – per certe espressioni – il genere dell’interlocutore. Ecco quindi una panoramica dei saluti in russo, quando usarli e come usarli!

👉 Leggi anche: I numeri in russo

I saluti in russo, quali sono e come usarli

I saluti in russo: la guida definitiva

Saluti in russo informali

Il saluto più comune usato tra amici e familiari, o tra colleghi di età e status simili (ossia le persone alle quali ci si può rivolgere in modo informale) è Привет (Privet) , che significa “Ciao”. Tra gli uomini russi, spesso si sente il leggermente più ruvido Здорово (Zdorovo), di solito seguito da una ferma stretta di mano. Si può tradurre questo saluto con “Come va?”, senza connotazioni regionali. Per quanto riguarda le donne, esse tendono ad usare tra di loro forme di saluto “diminutive”. Non abbiamo espressioni equivalenti in italiano, ma Приветик (Privetik) è un modo più carino per dire “ciao”, e Приветики (Privetiki) lo è ancora di più. Si tende ad utilizzare queste forme più affettuose anche con i bambini.

Saluti formali in russo

Detto questo, i saluti sopra illustrati sono assolutamente da evitare se ci si rivolge a qualcuno che non si conosce, specialmente se si tratta di persone più vecchie di noi. Questo è un aspetto a cui prestare particolare attenzione in Russia, perché usare un saluto informale nel momento sbagliato è spesso considerato molto offensivo. Tuttavia, ci sono molte opzioni tra cui scegliere quando si vuole salutare in modo formale. Uno è Здравствуйте (Zdravstvuite), che si traduce approssimativamente con “Come va?”. Se siete preoccupati per la pronuncia, non stressatevi troppo. Anche i madrelingua sembrano avere difficoltà nell’articolare la parola, quindi il primo carattere (в) viene semplicemente saltato: Zdrastvuite!

Per l’uso quotidiano, questo saluto è fin troppo complesso, e gli viene preferito Здрасти (Zdrasti), forma colloquiale abbreviata. C’è anche una versione informale, per lo più usata per iscritto: Здравствуй (Zdravstvui). Questa parola ha un’ulteriore connotazione, tuttavia: trasmette distacco e indifferenza.

Salutare in russo a seconda del momento della giornata

Come nella maggior parte delle lingue europee, il russo ha anche un sistema di saluti basati sul momento della giornata. Доброе утро (Dobroye utro) significa “Buongiorno” e spesso si può sentire prima di mezzogiorno. Добрый день (Dobry den), o “Buona giornata”, è un saluto stilisticamente neutro ed educato che può essere utilizzato fino alla fine della giornata lavorativa. Добрый вечер (Dobry vecher), che significa “Buonasera”, è il modo in cui i conduttori televisivi salutano gli spettatori durante i programmi notturni, i camerieri in un ristorante salutano all’ora di cena, e la forma usata quando si mostra il biglietto per uno spettacolo teatrale serale.

Un saluto valido in molti fusi orari

Lo sapevate che la Russia ha 11 fusi orari diversi? (Sì, avete letto bene: undici.) Quando sono le 10 di mattina a Kaliningrad, a Kamchatka sono le 8 e stanno già cenando! Ora, immaginate di essere in una chat in Russia e di non avere idea di che ora del giorno sia per la persona con cui state chattando. Come li salutate allora? Non preoccupatevi: è stato inventato un saluto apposito proprio per questo tipo di situazione! La parola russa сутки (sutki) indica un periodo di 24 ore, e da questa otteniamo Доброго времени суток (Dobrogo vremeni sutok), letteralmente “Buono tutto il giorno!”

I più comuni saluti in russo

Ed ecco una pratica lista dei più comuni saluti russi:

  • Привет (Privet) – Ciao (informale)
  • Здравствуйте (Zdrastvuyte) – Ciao (formale)
  • Доброе утро (Dobroye utro) – Buongiorno (da usare alla mattina)
  • Добрый день (Dobriy den) – Buon pomeriggio
  • Добрый вечер (Dobriy vyecher) – Buonasera
  • Приятно познакомиться (Priyatno poznakomitsa) – Piacere di conoscerti
  • До свидания! (Do svidaniya) – Arrivederci
  • пока – Ciao ciao (un “arrivederci” informale)
  • Увидимся (Uvidimsya) – A presto
  • До завтра! — A domani!
  • Увидимся! — Ci vediamo in giro!
  • До скорого! — A presto!
  • До встречи! (Do vstrechi!) — Ci vediamo!
Parla il russo come hai sempre sognato!
Lars
Come la maggior parte degli studenti russi, Lars ha completato i suoi studi a 22 anni nel suo paese natale. Dopo aver ottenuto la laurea in Insegnamento della filologia russa e inglese, si è trasferito a Heidelberg, dove ha studiato il tedesco e lo spagnolo nell'ambito della sua laurea specialistica. Si è poi trasferito a Berlino dove, dal 2014, lavora come autore e redattore per i corsi di russo di Babbel.
Come la maggior parte degli studenti russi, Lars ha completato i suoi studi a 22 anni nel suo paese natale. Dopo aver ottenuto la laurea in Insegnamento della filologia russa e inglese, si è trasferito a Heidelberg, dove ha studiato il tedesco e lo spagnolo nell'ambito della sua laurea specialistica. Si è poi trasferito a Berlino dove, dal 2014, lavora come autore e redattore per i corsi di russo di Babbel.

Articoli che ti potrebbero interessare

6 proverbi russi sull’inverno

6 proverbi russi sull’inverno

Affronta l’inverno con la stessa serenità degli abitanti della Russia, grazie ai migliori proverbi russi sul freddo e l’inverno.
Le differenze linguistiche tra il russo e l’ucraino

Le differenze linguistiche tra il russo e l’ucraino

Due lingue appartenenti alla stessa famiglia linguistica, divise da una grande fetta di storia.
Una giornata speciale in Russia: l’8 marzo

Una giornata speciale in Russia: l’8 marzo

Lars lavora come editor per i contenuti didattici di russo qui a Babbel. Ha passato metà della sua vita in Russia e l’altra metà in Germania e, per questo, conosce molto bene e sa apprezzare le peculiarità di entrambe le culture. In questo articolo ci parla di una delle festività più amate in Russia…