+B

Introduzione alla grammatica polacca

La grammatica polacca: una App per comprenderla appieno

  • lezioni multimediali interattive stimolanti e motivanti
  • pochi minuti di impegno giornaliero per una crescita costante
  • teoria ed esercizi si affiancano per una formazione completa, dalla lettura alla conversazione

Una terra affascinante da esplorare: sarà una App a insegnarvi la lingua

Se, nel corso delle vacanze, siete soliti preferire una visita alle città d'arte alle consuete località di mare o montagna, la Polonia ha tutto il diritto di entrare a far parte delle vostre prossime destinazioni. A un ricco patrimonio architettonico affianca elementi naturalistici di grande impatto, dai panorami di Cracovia ai monti Tatra, meravigliosi soprattutto nel periodo autunnale. A sorprendervi saranno anche i luoghi di fede oggetto di numerosi pellegrinaggi, e la vivacità della cultura polacca. Grazie alla App di Babbel, dedicandovi allo studio solo pochi minuti al giorno arriverete in Polonia conoscendo già la lingua.

La sorprendente diffusione del polacco

Parlato come lingua madre da oltre 45 milioni di persone, 37 milioni delle quali nella terra d'origine, il polacco è oggi la seconda lingua slava più diffusa al mondo. Prima lingua degli Stati di confine (Bielorussia, Lettonia, Lituania, Repubblica Ceca, Russia e Ucraina), è parlato anche in Germania e Irlanda. Ai 3 milioni di polacchi residenti negli Stati Uniti si vanno ad aggiungere le minoranze presenti in Argentina, Australia e Israele.

Il modo migliore per imparare le espressioni tipiche di una lingua straniera consiste nel soggiornare per un certo periodo nel Paese d'origine. In alternativa, la App Babbel, a un costo mensile irrisorio, vi darà modo di iniziare a conversare in lingua polacca già dopo poche ore di lezione, seguendole comodamente da un dispositivo mobile.

Consonanti paletali, vocali nasali e segni diacritici

Imparare la grammatica polacca, la sintassi e la pronuncia è divenuto più semplice grazie a Internet e, successivamente, a una serie di App dedicate allo studio. Un vantaggio indiscutibile delle applicazioni, da scaricare su smartphone o tablet, è la possibilità di esercitarsi in qualunque momento della giornata. La mente si manterrà costantemente allenata senza trascorrere sui libri una o più ore al giorno. La App di Babbel vi colpirà per la sua completezza, affiancando alla teoria una serie di esercizi, sempre diversi e stimolanti, utili per verificare quanto appreso durante le lezioni.

La Polonia, nel corso della propria storia, è stata oggetto di diverse colonizzazioni. Questo, assieme al fatto di trovarsi nel cuore dell'Europa, ha portato la lingua a subire influenze esterne. L'alfabeto polacco, basato sui caratteri latini, è formato da 32 lettere, caratteri particolari e accenti ( ąćęłńóśźż) utilizzati per la trascrizione di alcuni suoni tipici. Rispetto all'italiano sono presenti consonanti paletali ("c, "dz", "s" e "z"), vocali nasali ("a" ed "e") e i cosiddetti segni diacritici (Ą, ą, Ę, ę). Le "code", chiamate "ogonek", hanno il compito di designare le già citate vocali nasali. A rendere ancora più completo il percorso di studi con Babbel sono le conversazioni. Avrete a disposizione la professionalità di diversi madrelingua, pronti a consigliarvi e a correggere eventuali errori.

grammatica polacca

Digrammi e altri elementi della grammatica polacca

La grammatica include anche i digrammi (ch, cz, dz, , , rz, sz), ossia l'unione di due segni, difficili da pronunciare per chi non è madrelingua. A preoccupare chi ha iniziato a studiare il polacco sono anche i 7 casi grammaticali; un numero così elevato obbliga a utilizzare, per ogni parola, diverse declinazioni. Due ultime curiosità sul polacco? Le consonanti "q", "v", e "x", presenti unicamente nei termini di origine straniera, e l'assenza di articoli. Le lezioni multimediali interattive offerte da Babbel vi permetteranno di esercitarvi nella grammatica, abituandovi a usare correttamente le regole sia in fase di scrittura che nelle conversazioni.

Con una base solida della lingua polacca non avrete difficoltà a farvi capire nel corso di una vacanza, o a parlare di lavoro. Testare il metodo Babbel per l'apprendimento della lingua non vi costerà nulla; la prima lezione, infatti, è offerta dalla piattaforma.