Perché l’incoraggiamento e il rinforzo positivo sono fondamentali per imparare una lingua

Vi siete mai chiesti perché gli insegnanti di lingua non perdono mai occasione di congratularsi con gli studenti quando svolgono un buon lavoro? Abbiamo consultato due dei nostri esperti in didattica per comprendere a fondo i meccanismi psicologici alla base del rinforzo positivo e come riescono a ricrearlo in un ambiente e-learning.
Author's Avatar
Perché l’incoraggiamento e il rinforzo positivo sono fondamentali per imparare una lingua

Se ripensate ai tempi della scuola o avete mai frequentato un corso di lingua in presenza, probabilmente avrete notato che molti insegnanti dedicano grande importanza alle parole di incoraggiamento e lodano apertamente il lavoro svolto dagli studenti che si impegnano di più. Specialmente durante le lezioni di lingua, infatti, commenti pieni di entusiasmo come Well done, ¡Muy bien! o Gut gemacht! possono fare la differenza tra sentire che si sta migliorando e avere la sensazione di aver sbagliato completamente la pronuncia o la grammatica. 

Per capire perché il rinforzo positivo è una parte integrante del processo di apprendimento, abbiamo consultato due esperti di didattica di Babbel: Héctor Hernández, che lavora nel dipartimento di Didattica, e Tara Musich del team di Instructional Design. Scopriamo qual è la loro opinione sull’effetto psicologico dell’incoraggiamento e come questi principi vengono integrati nella nostra app. 

Gli effetti psicologici dell’incoraggiamento

Con oltre vent’anni di esperienza complessiva, Héctor e Tara hanno potuto fornirci molte informazioni interessanti sull’importanza dell’incoraggiamento nell’insegnamento. 

Entrambi hanno sottolineato un beneficio decisivo del rinforzo positivo: la motivazione. “Il rinforzo positivo è un modo per incoraggiare gli studenti a continuare a impegnarsi, per far sapere loro che stanno migliorando, e può diventare uno strumento di motivazione molto potente” ha detto Héctor.

Tante e varie sono le ragioni che spingono le persone a studiare una nuova lingua. Forse vogliono trasferirsi all’estero e desiderano imparare la lingua del posto, oppure devono raggiungere un determinato livello di conoscenze linguistiche per ottenere il diploma desiderato. Questi tipi di incentivi per l’apprendimento rientrano nella categoria motivazioni estrinseche, poiché derivano da fattori esterni. Le motivazioni intrinseche, invece, sono quelle che derivano direttamente dai propri interessi; ad esempio imparare una lingua perché siamo affascinati dalla letteratura di un Paese o perché la nostra famiglia è emigrata tanti anni fa e vogliamo avvicinarci alla nostra cultura d’origine. Secondo i nostri esperti (e numerosi studi), l’elogio e la lode promuovono la motivazione intrinseca negli studenti. Ma perché è così importante per il processo di apprendimento? 

Come ci ha spiegato Tara “Le ricerche dimostrano che gli studenti con motivazioni intrinseche hanno meno probabilità di dover seguire dei corsi di ripasso e programmi di studio intensivi poiché riescono a conservare le informazioni e i concetti più a lungo. Inoltre, è più probabile che si impegnino appieno nelle attività  e che continuino a farlo fino a completare un determinato compito con successo. Inoltre, è stato dimostrato che sono più propensi a dedicarsi all’apprendimento per tutta la vita, anche al di fuori dell’ambiente scolastico e molto tempo dopo aver raggiunto i risultati desiderati, derivanti da motivazioni esterne quali i voti e il diploma.” 

Si tratta di vantaggi reali per qualsiasi materia e ambiente di apprendimento, ma che sono particolarmente utili per chi vuole apprendere una lingua. Uno degli aspetti migliori (e più difficili) dell’imparare una nuova lingua è che l’esperienza pratica riprogramma il cervello, e questa ristrutturazione può richiedere molto tempo. Come ci ha spiegato Héctor, “L’apprendimento di una lingua, dipendendo dal grado di ambizione dei vostri obiettivi, può essere un processo che richiede tempo. È un processo che coinvolge diversi aspetti della vostra vita e non si limita al tempo che passate in classe. Non è un processo lineare e costante, bensì ripido e accidentato. Ma con gli strumenti corretti per motivarvi e mantenere questa motivazione costante, potrete seguirlo più facilmente.” 

Come vengono utilizzati questi principi da Babbel

Ora sappiamo perché il rinforzo positivo e la motivazione sono così importanti per l’apprendimento di una lingua, ma come viene integrato questo principio nel metodo Babbel? Fortunatamente, Tara ed Héctor lavorano in due team che si occupano proprio di strutturare il prodotto da un punto di vista didattico e quindi hanno potuto spiegare i diversi modi in cui i nostri esperti applicano questi principi accademici. 

Tara lavora nel dipartimento di Instructional Design e collabora con altri team del dipartimento di Product per applicare le migliori best practice per l’insegnamento e l’apprendimento in ogni aspetto del prodotto. Tra queste best practice ci sono chiaramente anche nuovi modi per incoraggiare e motivare gli studenti durante l’utilizzo della app di Babbel. 

L’incoraggiamento è stato introdotto nella app perché gli studenti volevano sapere se stavano facendo progressi e avevano la necessità di rimanere motivati per continuare ad andare avanti”, ci ha spiegato Tara. Ci ha poi raccontato il processo di sviluppo utilizzato per il lancio di questa (e altre) funzioni del prodotto: “Per iniziare, ci concentriamo sui problemi specifici degli utenti e le diverse questioni associate ad essi. Poi, ci divertiamo a trovare le migliori (e peggiori) idee che potrebbero risolvere questi problemi, quindi decidiamo qual è la soluzione migliore per Babbel. Una volta creato un prototipo, lo facciamo testare agli utenti, infine ottimizziamo la funzione prima di renderla disponibile a tutti gli studenti di Babbel.” 

Héctor, invece, lavora nel dipartimento di Didattica, che è il team responsabile della creazione di tutte le nostre lezioni e di fare in modo che si adattino alla perfezione alle esigenze degli studenti, anche in base alla loro lingua madre. Hanno ruoli leggermente diversi nell’implementazione di questi principi, come ci ha spiegato Héctor: “Tutti gli esperti in didattica di Babbel non sono solo dei professionisti nel proprio campo, ma sono anche degli appassionati studenti di lingue. Penso che questo sia un aspetto fondamentale, perché è necessario conoscere le difficoltà che devono affrontare gli studenti. Quindi, quando sviluppiamo i nostri contenuti, cerchiamo di fornire un feedback positivo ai nostri studenti, e lo facciamo utilizzando un tono di voce incoraggiante in tutte le nostre lezioni.” 

Questi nuovi modi di motivare gli studenti sono solo un altro esempio di come attingiamo alle conoscenze del nostro team, oltre a quelle della nostra comunità di studenti, per rendere l’esperienza di studio ancora più divertente, efficace, significativa e gratificante.

Volete scoprire questa nuova, incoraggiante funzione?
Provate subito i corsi di Babbel!
Che lingua vuoi imparare?