Che lingua vuoi imparare?Right Arrow

Cucinando si impara: come migliorare il vocabolario in cucina

Abbinare l’apprendimento ai fornelli è un modo divertente e originale per immergersi in una nuova lingua… oltre che per sperimentare gustosissime ricette.
Cucinando si impara: come migliorare il vocabolario in cucina

Amate cucinare e quando si tratta di mangiare non fate complimenti?  Allora in questo articolo troverete quello che fa al caso vostro, un metodo efficace e allo stesso tempo delizioso con il quale potrete facilmente espandere il vostro vocabolario in cucina. Sì, perché cucinando si impara davvero: e non è il titolo di un manuale che vi promette tanto ma vi dà poca sostanza, ve lo promettiamo.

Questo metodo alternativo combina utilità e divertimento, perché vi aiuterà a ricordare le informazioni in una nuova lingua e allo stesso tempo vi porterà alla scoperta di un’altra cultura. Cucinare è il metodo perfetto per migliorare nelle lingue e non richiede nemmeno troppa fatica. Tutto ciò di cui avrete bisogno per arricchire il vostro vocabolario gastronomico e approfondire le vostre competenze grammaticali è un po’ di tempo ai fornelli. Allo stesso modo, avrete la grande occasione di scoprire nuovi piatti, ingredienti sconosciuti e tecniche di cucina caratteristiche del paese della lingua che state imparando…  e come se non bastasse, potrete conoscere e descrivere nuovi sapori, convincendovi a mandare finalmente a monte la dieta del mese. 

Quindi, prendete una ricetta in una lingua straniera, mettetevi a cucinare e date un’occhiata ai seguenti consigli gastronomici.

Occhio, però: il potenziale di confondere il prosciutto col cioccolato o la farina con il bicarbonato sono dei rischi da accettare quando si cucina per imparare una nuova lingua. Ma a suon di tentativi ed errori imparerete in men che non si dica… beh, quantomeno si spera.

➡️ Leggi anche: Le 10 capitali europee dello street food

Cucinando si impara: ecco 4 consigli per imparare le lingue mentre si cucina

1. Scoprite gli ingredienti tipici del paese della vostra nuova lingua

Il vostro viaggio culinario inizia con la spesa: invece di dirigervi al comune supermercato, provate il piccolo negozio etnico dietro l’angolo o andate nella salumeria che offre i prodotti di una precisa regione o paese. A differenza dei classici supermercati, i negozi di questo tipo sono solitamente ben forniti di merci importate e potrete trovare prodotti di base come frutta o verdura della regione in cui si parla la lingua che state imparando, così come erbe e spezie tipiche o dolci tradizionali.

Questo modo di fare la spesa ha tre grandi vantaggi:

  1. Grazie ai prodotti autentici, scoprirete le marche regionali del paese in cui parla la lingua che state imparando.
  2. Con gli ingredienti originali della vostra ricetta in lingua, il vostro piatto sarà il risultato di un’esperienza culinaria perfetta. 
  3. Se il personale di vendita parla la lingua che state studiando, avrete la possibilità di mettere in pratica le competenze linguistiche imparate.

Cucinando si impara, certo, ma quel che è meglio è che vi porterà a scoprire nuovi posti che non sospettavate di avere sotto casa. Non andate a procurarvi gli ingredienti nel solito supermercato, siate curiosi di conoscere i dettagli di una nuova cultura e prendetevi tutto il tempo necessario per perdervi tra gli scaffali del negozio etnico appena scoperto. Guardatevi intorno e scoprite nuovi prodotti, familiarizzate con i diversi loghi sulle confezioni e leggete attentamente gli ingredienti sulle etichette. Chiedete al personale del negozio consigli nella loro lingua madre, per esempio su come preparare e conservare i diversi alimenti.  Questo vi permetterà di fare la spesa e sarà anche il primo grande passo per acquisire nuove competenze linguistiche da poter utilizzare alle future visite in negozio.

2. Leggete i blog di cucina nella lingua che state imparando

Come detto, cucinando s’impara e internet, in questo senso, è il vostro alleato più fedele. Sui numerosi blog di cucina o di gastronomia che si trovano online non mancano idee culinarie innovative. Ma non è finita qui:  le ricette possono essere utilizzare come materiale di apprendimento autentico, ottimo per immergervi nella vostra nuova lingua. 

I blog di cucina hanno generalmente un tono informale, sono scritti con uno stile naturale e semplice e spesso ci sono dei video che spiegano le ricetta. Che siate ad un livello base o avanzato, i blog di cucina possono rivelarsi un’importante componente del vostro viaggio alla scoperta di una nuova lingua, migliorando anche il vostro vocabolario gastronomico.

La chiave del successo è scegliere il blog giusto (e magari anche azzeccare gli ingredienti delle ricette): trovate un sito che vi piace, ricco di ricette che volete davvero provare. Scegliete almeno cinque blog diversi, aggiungeteli alla lista dei preferiti e seguite i/le rispettivi/e food blogger sui social media. E non cedete alla tentazione delle traduzioni integrate per capire il testo più in fretta! Piuttosto, se volete davvero fare grandi progressi, approfittate di usare le voci del blog come uno strumento di apprendimento e create una lista di vocaboli basata sui termini che avete imparato.

➡️ Leggi anche: Cucinando si impara, ma non solo: giochi per imparare le lingue

Ora, tutto quello che dovrete fare è creare la vostra raccolta di ricette nella vostra nuova lingua: copiate le ricette che più vi piacciono in un documento Word o su un’agenda e sbizzarritevi a creare un goloso menù settimanale. Se avete più tempo a disposizione e vi piacciono le sfide, potreste provare a organizzare un piano per l’intero mese, per esempio cucinando un piatto tipico del paese della vostra lingua di apprendimento ogni due giorni. Se invece volete prendere la cosa più alla leggera, una nuova ricetta a settimana è comunque un ottimo inizio!

Abbiamo raccolto una lista di liste per migliorare il vostro vocabolario in cucina:

3. Scrivete la lista della spesa nella lingua che state imparando

Combinare la lista della spesa all’apprendimento di una nuova lingua è un esercizio perfetto per mettere alla prova i vocaboli che avete imparato,  oltre che un metodo dinamico per immergervi nella lingua che state imparando. Dopo aver letto e capito le ricette nella vostra nuova lingua, sforzatevi di annotarvi i diversi ingredienti di cui avete bisogno per cucinare il vostro piatto… ma non barate a fiondarvi per controllare la ricetta originale alla prima difficoltà!

Oltre all’esercizio e al ripasso del vocabolario, trasformare l’apprendimento della lingua in un atto quotidiano vi permetterà di interiorizzare meglio la nuova lingua, mettendo concretamente in pratica le conoscenze imparate. Scrivere una lista della spesa è un esercizio semplice e divertente. Ve l’avevamo detto: cucinando si impara e… in pochissimo tempo!

video thumbnail

4. Cucinando si impara: seguite un corso online di cucina

Molto probabilmente non potrete assumere il/la food blogger della lingua che state imparando per perfezionare le vostre abilità culinarie. Ma per fortuna ci sono molti altri metodi convenienti per vivere un’esperienza autentica ai fornelli.

YouTube è ricchissimo di video e tutorial online nei quali persone professioniste e appassionate di cucina condividono i loro segreti e le loro squisite ricette nella loro lingua madre. Inoltre, diversi canali televisivi famosi in tutto il mondo pubblicano online gli highlights dei loro programmi di cucina. In queste trasmissioni, esperti/e di cucina e celebrità spiegano passo dopo passo come si realizza una ricetta, spesso rivisitando piatti tradizionali in chiave moderna. Guardate e riguardate i video diverse volte, evitando di combinare danni sperimentando la ricetta prima di arrivare alla fine del video.

➡️ Leggi anche: Che cos’è un podcast?

Come avrete notato, cucinare può essere un fantastico viaggio di scoperta, sia dal punto di vista linguistico che culturale. E poi si sa: a pancia piena è molto più facile imparare! 


Questo articolo è apparso originariamente nell’edizione tedesca di Babbel Magazine.

E per ripassare mentre l'acqua bolle...