Babbel Logo

11 occasioni in cui imparare le lingue offline

Lo sapevate che la app di Babbel può essere usata anche offline? Scoprite tutte le occasioni in cui questa funzionalità può tornare davvero utile.
Author's Avatar
11 occasioni in cui imparare le lingue offline
  1. Quando non volete rifare la fila per chiedere la password del Wi-Fi al barista
    Siete già stati in fila per 10 minuti per ordinare il caffè quando vi accorgete di esservi dimenticati di chiedere la password del Wi-Fi. Da oggi, potete continuare a studiare col vostro smartphone senza sprecare prezioso traffico dati.
  2. Quando non avete più voglia di guardare film in aereo
    Quando siete su un volo molto lungo, il primo film è fantastico, il secondo bello, e poi è tutto in discesa. Perché non trascorrere un po’ di tempo studiando la lingua parlata a destinazione?
  3. Quando siete in macchina ma non vi piace la musica scelta dai vostri amici
    Capita: durante i viaggi in macchina, i gusti musicali di uno non riescono quasi mai ad accontentare tutti. Se non volete litigare, mettete le cuffie e studiate una nuova lingua.
  4. Quando volete risparmiare i preziosi giga
    In altre parole, sempre.
  5. Quando la rete non è sicura
    Sì, è terribile, ma è sempre meglio prevenire che curare. Tenete i vostri progressi nelle lezioni di lingua lontani dal vostro gestore telefonico, dal governo e da altri enti troppo interessati a quello che fate con il vostro smartphone.
  6. Quando state viaggiando e volete utilizzare il tempo dello spostamento in modo produttivo
    Dopo aver guardato per due ore fuori dal finestrino, che fare del tempo rimanente? Rinfrescate le vostre basi della lingua del paese che state visitando.
  7. Quando il vostro smartphone non è poi così smart
    Tutti sanno che i piccoli computer nelle vostre tasche sono più potenti di quello che, nel 1969, aiutò l’Apollo 11 ad allunare. Proprio quando pensate che si tratti di strumenti infallibili, gli smartphone però vi lasciano a piedi (ad esempio quando non c’è il Wi-Fi). Risolvete il problema scaricando sul dispositivo le cose essenziali.
  8. Quando volete fare qualcosa in metropolitana a parte guardare negli occhi le altre persone
    I mezzi pubblici sono comodi, tuttavia presentano anche molti lati negativi: la copertura di rete è discontinua e spesso gli spazi sono affollati di persone con le quali certamente non avete voglia di socializzare. Tenete lo sguardo basso sul vostro corso!
  9. Quando il Wi-Fi è inspiegabilmente inutile
    Se la connessione non è buona o ci sono troppe persone connesse alla stessa rete, a volte è davvero difficile continuare a navigare. Perché non studiare offline?
  10. Quando volete disconnettervi per un po’
    Se state pianificando un “digital detox”, potete sempre continuare a studiare. Se non altro, avrete un incentivo per prendervi più cura di voi stessi.
  11. Quando volete avere il controllo completo del vostro studio
    Indipendentemente dal vostro stile di vita, Babbel vi permette di imparare quando e dove volete. Da oggi non dipenderete neanche più dalla connessione internet per accedere alle vostre lezioni. Inoltre, quando integrate lo studio nella vostra routine giornaliera, vi risulterà facile ricordare i concetti più a lungo.

Come funziona?

Vi siete mai esercitati nella coniugazione dei verbi mentre scalavate una montagna? No? Beh, da oggi potrete esercitarvi mentre vi trovate sulle Alpi e vi assicuriamo che, durante la salita, avrete voglia di riposarvi molte volte. Nella app di Babbel, tutte le lezioni – compreso il trainer di ripasso – possono essere scaricate quando e come volete, sia che vi troviate su una montagna sia che vi troviate in un tunnel della metro. Il contenuto scaricato è chiaramente indicato da un’icona che si trova accanto al nome della lezione. Infine, la app di Babbel vi dà l’opzione di impostare il download dei contenuti solo attraverso il Wi-Fi, evitando così di sprecare inavvertitamente prezioso traffico dati.

 

Vuoi iniziare a usare Babbel offline?

Abbonati subito!