Babbel Logo

10 regali (di Natale) da fare a chi sta studiando una lingua

Natale si avvicina e il conto alla rovescia è iniziato. State pensando a un regalo per qualcuno che sta imparando una nuova lingua o desidera migliorarne la padronanza? Vi diamo qualche spunto noi!
Author's Avatar
10 regali (di Natale) da fare a chi sta studiando una lingua

Natale si avvicina, il conto alla rovescia è ormai iniziato. Abbiamo pensato a qualche regalo last minute per chi desidera imparare una nuova lingua o migliorare quelle che già conosce… ecco dieci suggerimenti: iniziamo dalle basi, procedendo per gradi.

1. Un corso di lingua è decisamente una buona idea per iniziare, consolidare o migliorare lo studio di una lingua. Non sempre si ha la possibilità di approcciarsi a una lingua in loco, spesso non abbiamo amici madrelingua vicini (o su Skype, se il fuso orario e gli impegni lo permettono) disposti a darci un’infarinatura linguistica o aiutarci a rendere più sciolta una conversazione… Perché non provare allora con un corso? Le università, numerosi centri culturali e istituti di lingua (e persino i comuni più organizzati) offrono diverse proposte didattiche: non vi resta che dare un’occhiata e scegliere quella più mirata! Oppure, potreste regalare un corso con la app di Babbel: le lezioni si possono seguire anche offline, durante una pausa o l’attesa in coda alle poste, lungo il tragitto casa-lavoro/scuola/università-casa, sulla metropolitana, in bus o in treno… ogni occasione è buona!

2. Un dizionario: è uno dei regali più utili e preziosi cui si possa pensare per chiunque stia studiando una lingua. Sì, uno di carta, di quelli pesanti e voluminosi, insomma, un oggetto che dia sicurezza e stabilità. Nella versione bilingue (più indicato per chi non ha un’ampia conoscenza lessicale) o monolingue (opzione più audace, adatta a chi ha già una base solida); oppure un buon tascabile – per quanto tascabile possa sembrarvi un vocabolario – in ogni caso, resterà un amico fidato per sempre, ovunque.

3. Un libro illustrato o un graphic novel, in lingua naturalmente. Forse non è il regalo più adatto ai principianti assoluti, ma seguire visivamente una storia aiuta moltissimo la comprensione e mantiene allenata la memoria, facilitando la connessione di parole, segni e idee: vi stupirete di come il vostro vocabolario diventerà più ricco e contemporaneo!

4. Un abbonamento a un giornale o a una rivista è ideale per iniziare a prendere confidenza con un diverso registro linguistico e tematico, quello dell’attualità o dell’approfondimento. La scelta è molto varia, potenzialmente infinita, e non sarà certo difficile trovarne una particolarmente adatta a essere regalata. Si tratta di un ottimo sistema per avvicinarsi alla cultura dell’informazione di un paese diverso dal nostro.

5. Un DVD, magari un film d’animazione non troppo impegnativo e divertente – pensato per i più piccoli, perché no? – ma adatto anche agli adulti. Rigorosamente da vedere in versione originale, una prima volta con i sottotitoli in italiano, una seconda con i sottotitoli in lingua e una terza senza sottotitoli: non ce ne sarà più bisogno!

6. In alternativa, potreste optare per un biglietto del cinema per quella rassegna imperdibile di film in lingua originale (con o senza sottotitoli in versione originale, a seconda della preparazione). Il grande schermo rende tutto più appassionante e il “rischio distrazione si riduce notevolmente.

7. Un libro: perfetto per chi è già in grado di avvicinarsi alla letteratura in lingua. Saper scegliere quale libro regalare è però un’arte che va affinata, e in questo caso un grande classico sarà sempre comunque una buona scelta. Altrimenti, qui vi aiutiamo noi. Cosa si può fare con un libro, oltre leggerlo, per migliorare la conoscenza della lingua? Molte cose, come sottolineare le parole che non si conoscono (tornando al punto 2 senza passare dal via) o esercitarsi a raccontare (in lingua) ciò che si è letto. I libri si possono poi leggere ad alta voce, per acquisire una certa fluidità di parola; al regalo si potrebbe aggiungere anche l’audiolibro, in modo da agevolare l’esercizio di ascolto e una pronuncia il più possibile corretta.

8. Una guida, perché prima o poi quella lingua porterà nei paesi dove è parlata e viva. E poi, con in mano una guida, si comincia già a progettare un percorso, a fantasticare e pianificare un’avventura. Se volete fare un regalo a dei viaggiatori accaniti potreste pensare a una mappa del mondo “da grattare” ogni volta che si è visitato un paese (oppure quando si è imparata la lingua che viene parlata in quel Paese).

9. Se la persona cui farete il regalo è davvero speciale, potreste addirittura offrirle un biglietto di viaggio (con o senza di voi) verso la meta tanto sognata: l’occasione perfetta per mettere in pratica ciò che si è imparato. L’esperienza del viaggio è qualcosa di prezioso e insostituibile. Se poi è condivisa, ancora meglio!

10. Un’agenda da viaggio con astuccio essenziale una matita, una gomma e una penna – per esercitare anche la scrittura della lingua, la memoria e la creatività. Sono gli strumenti indispensabili del viaggiatore, e hanno un sapore d’altri tempi che esercita sempre un grande fascino… non dimenticate di farvi mandare una cartolina in cambio!

Vuoi acquistare subito un corso di lingua?
Prova Babbel!
Che lingua vuoi imparare?