Parla le lingue come hai sempre sognato

Parla le lingue come hai sempre sognato

Prova una lezione. La prima di ogni corso la offriamo noi.

Trucchi per imparare lo spagnolo (e tutte le altre lingue)

Luca e Matthew, due poliglotti, elencano alcuni consigli per l’apprendimento delle lingue.

“Lo spagnolo? Beh, non serve studiarlo davvero. È simile all’italiano, basta aggiungere qualche s alla fine delle parole”.

Alzi la mano chi, almeno una volta nella vita, ha pronunciato questa frase. Siete partiti per le vacanze in terra iberica così sicuri di voi stessi che ci siete rimasti malissimo quando, in realtà, vi siete accorti di capire a malapena la lingua parlata dalle persone attorno a voi. In questa piacevole chiacchierata che i nostri Luca e Matthew hanno avuto qualche giorno fa, si parla proprio dei tipi di approccio che persone di nazionalità diverse hanno nei confronti delle lingue. “Per gli italiani è più facile imparare lo spagnolo” ammette Luca “perché sono entrambe lingue latine e molto spesso le parole si assomigliano. Io ho comunque fatto moltissima pratica ed è grazie a questo se conosco così tanti modi di dire e non ho quasi accento”. E Matthew, che è irlandese, come ha fatto? È stato molto più difficile per lui imparare lo spagnolo e parlarlo come un madrelingua? Ecco i suggerimenti che i nostri poliglotti hanno messo a punto: si tratta di pochi accorgimenti quotidiani che renderanno l’apprendimento di qualsiasi lingua… un gioco da ragazzi!

Dalla teoria alla pratica

Non limitatevi a studiare la nuova lingua solo sui libri di testo: alcune espressioni idiomatiche possono essere imparate solo “sul campo” e conoscendo persone del luogo. Parlate con la gente senza aver paura di fare errori: magari all’inizio sarete timidi ma, ben presto, riuscirete a sembrare dei veri autoctoni.

L’imitazione è la chiave di tutto

Se, a volte, non riuscite a pronunciare alcune parole nella lingua che state studiando, non è il caso di abbattersi. Succede e la ragione è piuttosto ovvia: i suoni tipici di alcuni idiomi, infatti, semplicemente non sono presenti in altre lingue. Che fare quindi? Matthew ha adottato l’espediente dell’imitazione: diventate attori e iniziate a riprodurre i suoni che udite. Dopo un po’ diventeranno autentici e naturali.

Una mela al giorno toglie il medico di torno

No, la frutta e i dottori non c’entrano: è il nostro modo di dirvi che il processo di apprendimento della lingua non deve essere mai trascurato. Non ci sono scuse: approfittate del viaggio in metropolitana per ascoltare musica in spagnolo oppure parlate a voce alta ripetendo più volte le costruzioni che vi sembrano più difficili. Non abbiate paura: se siete timidi e non volete essere presi per matti, potete esercitarvi ogni giorno davanti allo specchio.

Connessioni, radici e legami

Abbiamo già detto che alcuni idiomi, come l’italiano e lo spagnolo, sono più simili di altri. Così come Luca e Matthew sottolineano nella loro conversazione, tuttavia, le radici comuni si trovano anche in altre lingue. L’inglese ha molte parole di origine latina, ad esempio. Divertitevi a individuarle e a trovare i punti di contatto.

Benvenuto in famiglia

Le lingue si suddividono in grandi famiglie ed è importante imparare a comprenderle per farsi accettare. Detto così, sembra quasi uno scherzo: invece è la chiave per il corretto apprendimento. Una volta che verrete accettati in una famiglia perché avete imparato uno degli idiomi che ne fanno parte, ad esempio, sarà più facile carpire i segreti di tutte le lingue sorelle.