Come superare con successo l’esame di inglese all’università

Ecco tutti i trucchi da adottare per studiare in modo proficuo e superare con successo l’esame di inglese all’università.
29/05/2019
Come superare con successo l’esame di inglese all’università

Come superare l’esame di inglese all’università? Beh, “gli esami non finiscono mai”, diceva qualcuno. E aveva certamente ragione: la vita quotidiana è costellata di sfide continue e test di lingue e il giudizio nei nostri confronti non si è certo concluso con l’ultima pagella del liceo.

Ad esempio, c’è sempre una particolare fascia di popolazione che affronta degli esami nel vero senso della parola, con tanto di temibile professore.
Stiamo parlando degli studenti universitari alle prese con la tanto odiata sessione. Avete già iniziato il ripasso? Sentite il fiato della professoressa sul collo? Il vostro livello di stress si sta alzando inesorabilmente?
Siete nel posto giusto: ecco come superare brillantemente l’esame di inglese all’università.

Non sapete come superare l’esame di inglese all’università? Provate a ripassare con Babbel!

Non abbiate paura di provare nuove tecniche di studio

Materie come geografia, storia e matematica sono certamente interessanti (sì, ok, lo sappiamo, dipende dai punti di vista) ma, diciamo le cose come stanno, spesso sono difficili da connettere alla vita quotidiana.
Se, invece, avete la fortuna di dover sostenere un esame di lingua straniera, certamente partite avvantaggiati: le lingue, infatti, sono qualcosa di vivo e di immediata utilità e sono indispensabili per comunicare in qualunque parte del mondo.
Se non avete la possibilità di imparare una lingua andando direttamente all’estero, non perdetevi d’animo: ci sono tantissime opportunità per fare pratica. Fare conversazione su Skype con un amico inglese è un ottimo modo per iniziare.

Fate una lista di priorità: come si può superare l’esame di inglese all’università, dipende ovviamente dalla tipologia d’esame

Sfortunatamente, infatti, non esistono né un unico modo per studiare una lingua, né un trucco per imparare in modo semplice ed efficace. Un buon punto di partenza, tuttavia, può essere dato dalla vecchia e fidata lista di priorità, da scrivere diligentemente prima di iniziare lo studio.
Il vostro esame consiste in un’esposizione orale? Perfetto, allora è proprio il caso di allenarsi a parlare in modo fluido e senza esitazioni. Verrete giudicati sulla grammatica? Forse allora è bene esercitarsi sull’ortografia e sulle diverse regole.
Se quindi è vero che non esiste una risposta univoca alla domanda “come posso superare l’esame di inglese all’università?”, è anche vero che la cosa importante da sapere prima ancora di aprire il libro è proprio “su cosa è meglio concentrare i miei sforzi?”

Stendete un piano d’attacco

Iniziate a studiare prima che potete: analizzate attentamente la mole di lavoro e il tempo a disposizione e preparatevi un piano su misura che vi dia il tempo di concentrarvi su tutti gli aspetti linguistici che dovete coprire per l’esame. Man mano che procedete nello studio, siate pronti a modificare il vostro piano in accordo con le vostre esigenze.
L’importante, però, è prendersi per tempo in modo da capire tempestivamente quali sono i vostri punti deboli e agire di conseguenza.

Dopo aver condiviso con i vostri amici i nostri trucchi su come superare l’esame di inglese all’università, studiate con loro

Le lingue straniere sono perfette per essere studiate in gruppo. Prima di tutto, potete condividere con i vostri amici questa nostra breve guida su come superare l’esame di inglese all’università.
Poi, ad esempio, se pensate di essere molto bravi nell’esposizione orale ma avete tanti dubbi sulla corretta ortografia delle parole, allora forse è il caso di invitare quel vostro compagno di classe che ricorda tutte le regole grammaticali a menadito. Ripassate assieme, aiutandovi a vicenda e anche ponendovi piccole sfide: sarà un ottimo incentivo per continuare!
Consiglio aggiuntivo: create un’atmosfera rilassata. Se nessuno si sentirà troppo giudicato, sarà più facile acquisire confidenza nella nuova lingua.

Trasformate i vostri passatempi in momenti utili allo studio

Non ci stancheremo mai di ripeterlo: imparare divertendosi è uno dei segreti per avere successo e per studiare con regolarità. Avete mai pensato, per esempio, che ci sono metodi alternativi ai libri?
Se siete dei patiti di calcio, ad esempio, potreste ascoltare la telecronaca sportiva in una lingua che non sia la vostra. Se vi piace la musica, invece, cercate una playlist su Spotify e cercate di tradurre le parole delle canzoni dall’inglese, e così via. Questo vi aiuterà ad arricchire il vostro vocabolario e ad imparare anche nuove espressioni e diversi modi di dire.

Buono studio a tutti!

Non perdere altro tempo…
Author Headshot
David Sumner
David Sumner è originario di una cittadina portuale del Devon (quella parte dell'Inghilterra così rurale che farebbe arrossire la Terra di Mezzo di Tolkien) e vive a Berlino dal 2010. Dopo essersi laureato in Scienze Politiche all'Università di Potsdam, ha iniziato a lavorare da Babbel per condividere con gli altri le gioie e i dolori dell'apprendimento linguistico. Quando non sta vivendo il suo "sogno berlinese" fatto di kebab e "currywurst", si esercita nel rock islandese, suona la batteria come Animal del Muppet Show e scappa sulle Alpi ogni volta che può.
David Sumner è originario di una cittadina portuale del Devon (quella parte dell'Inghilterra così rurale che farebbe arrossire la Terra di Mezzo di Tolkien) e vive a Berlino dal 2010. Dopo essersi laureato in Scienze Politiche all'Università di Potsdam, ha iniziato a lavorare da Babbel per condividere con gli altri le gioie e i dolori dell'apprendimento linguistico. Quando non sta vivendo il suo "sogno berlinese" fatto di kebab e "currywurst", si esercita nel rock islandese, suona la batteria come Animal del Muppet Show e scappa sulle Alpi ogni volta che può.

Articoli che ti potrebbero interessare

Qual è la tecnica cognitiva che fa per voi?

Qual è la tecnica cognitiva che fa per voi?

Per imparare e, soprattutto, per non dimenticare, bisogna scegliere la tecnica cognitiva giusta per noi: continuate a leggere per saperne di più.
Studiare all’estero: dove andare per una laurea gratuita

Studiare all’estero: dove andare per una laurea gratuita

Volete laurearvi, ma non sapete come riuscire a pagare le tasse? Evitate di indebitarvi studiando in uno di questi Paesi.
Come si trova lavoro – in Italia e all’estero – nel ventunesimo secolo?

Come si trova lavoro – in Italia e all’estero – nel ventunesimo secolo?

Trovare lavoro non è semplice, per niente. Che cosa possiamo fare per far risaltare la nostra candidatura nel mare dei CV? Abbiamo scritto per voi una breve guida con tutti i punti da seguire per avere maggiori possibilità rispetto agli altri.