Babbel Logo

Speak a new language with confidence. Try it for free!

20 verbi molto comuni in danese

Quali sono i verbi più importanti in danese, come si coniugano e come si utilizzano? Ecco a voi la risposta!
Author's Avatar
20 verbi molto comuni in danese

Volete imparare il danese, ma non sapete bene da dove cominciare? Siete nel posto giusto! Il vocabolario, la grammatica, la pronuncia… affrontare tutto in una volta può essere difficile e frustrante. Vi suggeriamo quindi di iniziare concentrandovi sui verbi più comuni per arricchire il vostro vocabolario più velocemente. E se non avete voglia di impazzire dietro a scoraggianti tabelle per la coniugazione dei verbi, allora il danese è la lingua che fa per voi. In danese, infatti, i verbi non si coniugano in base alla persona! Vi basterà imparare una sola forma verbale e la potrete utilizzare per qualsiasi persona. Semplice, no?

Iniziamo, dunque! Qui di seguito troverete i 20 verbi più comuni in danese, la loro traduzione e una frase di esempio per metterli in pratica.

1. at være – “essere”

  • jeg er: io sono
  • du er: tu sei
  • hun, han er: lui, lei è
  • vi er: noi siamo
  • I er: voi siete
  • de er: loro sono

Esempio: Jeg er italiensk. – “Io sono italiano/a.”

2. at have – “avere”

  • jeg har
  • du har
  • hun, han har
  • vi har
  • I har
  • de har

Esempio: Har du planer i weekenden? – “Hai programmi per il fine settimana?”

Attenzione! At være e at have sono, come in italiano, verbi ausiliari e si usano per formare i tempi composti del passato (Hvad har du lavet i weekenden? – “Cosa hai fatto durante il fine settimana?”).

3. at ville – “volere”

  • jeg vil
  • du vil
  • hun, han vil
  • vi vil
  • I vil
  • de vil

Esempio: De vil købe et hus på Lolland. – “Vogliono comprare una casa a Lolland.“

4. at skulle – “dovere (condizionale)”

  • jeg skal
  • du skal
  • hun, han skal
  • vi skal
  • I skal
  • de skal

Esempio: Skal vi spise rødgrød med fløde til dessert i aften? – “Vogliamo mangiare il rødgrød (dolce a base di frutti rossi) con la panna per dessert stasera?”

Attenzione! At ville e at skulle sono verbi ausiliari e vengono utilizzati insieme a un verbo all’infinito per costruire il futuro semplice. Possono anche esprimere un desiderio o una richiesta (Jeg vil gerne have slik til frokost. – “Vorrei mangiare dolciumi a pranzo.”). Inoltre, come dimostra l’esempio, at skulle si usa anche per proporre di fare qualcosa, come per esempio mangiare il tipico rødgrød med fløde.

5. at hedde – “chiamarsi”

  • jeg hedder
  • du hedder
  • hun, han hedder
  • vi hedder
  • I hedder
  • de hedder

Esempio: Jeg hedder Jonas. – “Mi chiamo Jonas.”

6. at sige – “dire”

  • jeg siger
  • du siger
  • hun, han siger
  • vi siger
  • I siger
  • de siger

Esempio: Hvad siger du? – “Cosa dici?”

7. at komme – “venire, arrivare”

  • jeg kommer
  • du kommer
  • hun, han kommer
  • vi kommer
  • I kommer
  • de kommer

Esempio: De kommer altid for sent. – “Arrivano sempre in ritardo.”

8. at gå – “andare”

  • jeg går
  • du går
  • hun, han går
  • vi går
  • I går
  • de går

Esempio: Hun går på Københavns Universitet. – “Lei va all’università di Copenaghen.”

9. at løbe – “correre”

  • jeg løber
  • du løber
  • hun, han løber
  • vi løber
  • I løber
  • de løber

Esempio: Hun løber 10 kilometer på 50 minutter. – “Lei corre 10 kilometri in 50 minuti.”

10. at spise – “mangiare”

  • jeg spiser
  • du spiser
  • hun, han spiser
  • vi spiser
  • I spiser
  • de spiser

Esempio: Mange danskere spiser havregryn til morgenmad. – “Molti Danesi mangiano il porridge a colazione.”

11. at give – “dare”

  • jeg giver
  • du giver
  • hun, han giver
  • vi giver
  • I giver
  • de giver

Esempio: Jeg giver! – “Pago io!”

Attenzione! Il verbo at give ha anche altri significati oltre a quello di “dare”, per esempio “pagare”, “offrire”.

12. at lave – “fare”

  • jeg laver
  • du laver
  • hun, han laver
  • vi laver
  • I laver
  • de laver

Esempio: Hvad laver du på mandag? – “Cosa fai lunedì?”

13. at gøre – “fare”

  • jeg gør
  • du gør
  • hun, han gør
  • vi gør
  • I gør
  • de gør

Esempio: Det gør ikke noget. – “Non fa niente.”

Da sapere: in generale, la differenza tra *at lave * e *at gøre * in danese è che il primo è

perlopiù usato in riferimento a cose concrete, per esempio “fare da mangiare”. Esistono inoltre alcune espressioni fisse, usate con l’uno o l’altro verbo, che vanno imparate a memoria.

14. at stå – “stare in piedi”

  • jeg står
  • du står
  • hun, han står
  • vi står
  • I står
  • de står

Beispiel: Jeg står altid op kl. 6. – “Sono sempre in piedi alle 6.”

15. at se – “vedere”

  • jeg ser
  • du ser
  • hun, han ser
  • vi ser
  • I ser
  • de ser

Beispiel: Vi ser en film sammen. – “Vediamo un film insieme.”

16. at cykle – “andare in bicicletta”

  • jeg cykler
  • du cykler
  • hun, han cykler
  • vi cykler
  • I cykler
  • de cykler

Esempio: De fleste københavnere cykler på arbejde. – “La maggior parte degli abitanti di Copenaghen va al lavoro in bicicletta.”

17. at hygge sig – “divertirsi, passare dei bei momenti”

  • jeg hygger mig
  • du hygger dig
  • hun, han hygger sig
  • vi hygger os
  • I hygger jer
  • de hygger sig

Esempio: Kan du hygge dig! – “Divertiti!” (un modo colloquiale di salutare per congedarsi)

18. at sejle – “navigare, andare in barca a vela”

  • jeg sejler
  • du sejler
  • hun, han sejler
  • vi sejler
  • I sejler
  • de sejler

Esempio: Bornholmerfærgen sejler fra Ystad til Rønne. – “Il traghetto Bornholmer naviga (letteralmente: veleggia) da Ystad a Rønne.”

Nota bene: con tutti i mezzi di trasporto su acqua in danese si usa at sejle, anche se non hanno una vela.

19. at snakke – “parlare, chiacchierare”

  • jeg snakker
  • du snakker
  • hun, han snakker
  • vi snakker
  • I snakker
  • de snakker

Esempio: Jeg snakker tit med mig selv. – “Parlo spesso da solo.”

20. at tale – “parlare”

  • jeg taler
  • du taler
  • hun, han taler
  • vi taler
  • I taler
  • de taler

Esempio: Jeg taler lidt dansk. – “Parlo un po’ di danese.”

Suggerimento utile: at snakke e at tale significano entrambi “parlare”. Nella maggior parte dei casi i due verbi sono intercambiabili, at tale è solo più formale. In generale, at tale viene utilizzato per indicare la produzione effettiva di suoni (Hun taler højt. – “Parla a voce alta.”), mentre at snakke si traduce con “chiacchierare” (De står og snakker ved buffeten.: “Sono al buffet e chiacchierano.”).

Parla il danese come hai sempre sognato.

Inizia a usare Babbel

Articoli che ti potrebbero interessare

I 20 verbi più usati in inglese

I 20 verbi più usati in inglese

State imparando l’inglese? Abbiamo compilato per voi la lista dei verbi inglesi che vedrete e sentirete più spesso.
I 20 verbi più diffusi e usati in spagnolo

I 20 verbi più diffusi e usati in spagnolo

Ecco la lista dei verbi spagnoli più diffusi: tenetela sempre a portata di mano, l’apprendimento dello spagnolo sarà più facile!
Le più belle locuzioni avverbiali in italiano

Le più belle locuzioni avverbiali in italiano

L’italiano abbonda di locuzioni avverbiali, anzi, ne ha a bizzeffe. Vediamo, a macchia di leopardo, qualche esempio alla rinfusa.
Author Headshot
Birte Dreier
Birte è cresciuta a Bielefield, in Germania, e ha trascorso le estati della sua infanzia in Danimarca. Dopo la laurea in Letteratura Scandinava a Berlino, si è trasferita a Copenhagen, città che ora definisce come seconda casa. Ora lavora a Berlino per Babbel e cerca di convincere tutti sulla bellezza del danese.
Birte è cresciuta a Bielefield, in Germania, e ha trascorso le estati della sua infanzia in Danimarca. Dopo la laurea in Letteratura Scandinava a Berlino, si è trasferita a Copenhagen, città che ora definisce come seconda casa. Ora lavora a Berlino per Babbel e cerca di convincere tutti sulla bellezza del danese.