Il cane… in inglese: il nostro glossario “a quattro zampe”

Il lessico, le razze più famose, i modi di dire e un po’ di storia sul rapporto tra uomo e cane: tutto quello che c’è da sapere, insomma.
Un carlino che sembra annoiato disteso su un pavimento

Le teorie su come il cane sia diventato il miglior amico dell’uomo sono tantissime. Secondo alcuni ricercatori e ricercatrici, tutto ebbe inizio con alcuni lupi che, in cerca di cibo, si avvicinarono agli umani e ai loro insediamenti. Altri invece affermano che il legame tra esseri umani e cani abbia cominciato a consolidarsi quando iniziammo ad accudirne i cuccioli.

Mark Deer, autore del libro How The Dog Became The Dog (trad. “Come il cane divenne cane”), confuta queste teorie sostenendo che la radice dell’amicizia speciale che unisce uomini e cani risiederebbe nel viaggiare insieme. Secondo Deer, i nostri antenati e le nostre antenate avrebbero intrapreso infatti dei viaggi seguendo i branchi di lupi per essere condotti alla selvaggina. I lupi, d’altro canto, si sarebbero avvicinati agli accampamenti umani per mangiare i loro avanzi di cibo.  

Indipendentemente da quale di queste teorie sia vera, una cosa è certa: esseri umani e cani sono inseparabili.  E, sebbene i nostri amici a quattro zampe non parlino la nostra lingua, è innegabile che nel corso dei secoli siamo riusciti a trovare un linguaggio comune.

Gli specialisti di questo campo di studio sono detti comportamentisti e cinologi. Ma anche noi, esperti della lingua parlata, abbiamo da dire la nostra sull’argomento… Ci occuperemo difatti di alcune espressioni e frasi in inglese che fanno riferimento al “miglior amico dell’uomo” o che sono in qualche modo a lui collegate. Ecco dunque il nostro glossario “a quattro zampe”!

Il cane in inglese: modi di dire popolari

Tutti sappiamo che cane in inglese si dice “dog”, giusto? Ma quanti modi di dire sui cani in inglese conoscete? Ci sono tantissime espressioni idiomatiche sui cani, noi abbiamo selezionato le più comuni e divertenti. Eccole: 

  • It’s raining cats and dogs: Piove a catinelle (lett. “Piovono cani e gatti)
  • Dressed up like a dog’s dinner: Essere vestito in modo particolarmente elegante (lett. “Vestito/a come la cena del cane”)
  • A dog’s breakfast: Una grande confusione/un caos totale (lett. “Una colazione da cani”)
  • Go to the dogs: Andare in malora (lett. “Andare ai cani)
  • A dog in the manger: Un/a guastafeste (lett. “Un cane nella mangiatoia”)
  • You can’t teach an old dog new tricks: Asino vecchio non apprende latino (lett. “Non puoi insegnare nuovi trucchi a un vecchio cane”)
  • Let sleeping dogs lie: non svegliare il can che dorme

Ed ecco alcuni esempi in frasi complete: 

  • It used to be our favourite spot in town, but it has gone to the dogs lately. (Era il nostro posto preferito, ma ora è andato in malora.)
  • This place looks like a dog’s breakfast! You’d better clean it now, before mum comes back! (Questo posto è un casino! Meglio se pulisci immediatamente, prima che mamma torni!)
  • Have you seen John? He’s dressed up like a dog’s dinner for this party! (Hai visto John! Si è messo in ghingheri per questa festa!)
  • You know how irritated he gets whenever he hears that story. You should’ve let sleeping dogs lie (Lo sai quanto si arrabbia quando sente quella storia. Non svegliare il can che dorme.)

Nato con la camicia… o il pedigree! 

C’è chi preferisce il pandoro perché odia i canditi e chi, invece, non riesce proprio a farne a meno, giusto? Oppure, ancora, chi adora i cetriolini e chi invece si assicura più volte che il suo panino non ne contenga neanche la minima traccia. Ma cosa c’entra tutto questo con i cani? È presto detto: tra gli appassionati ce ne sono alcuni che preferiscono i cani di razza e altri che invece prediligono i meticci.  

In inglese, un esemplare di razza è un purebred mentre i cani con il certificato genealogico sono i pedigree. Il primo termine viene solitamente utilizzato come aggettivo, il secondo come sostantivo. Ecco i nostri esempi “english purosangue”:

  • My dog is a purebred border collie.
  • My dog has a border collie pedigree.

Le più famose razze di cane (in inglese)

Per la gioia di tutti gli appassionati di razze canine abbiamo messo insieme una breve scheda informativa sulle più note razze di cane in inglese. Breve, perché molte mantengono il proprio nome originale (o solo leggermente modificato) anche in italiano e sono quindi identiche a quelle inglesi. 

  • Poodle – Barbone
  • German shepherd – Pastore tedesco
  • Australian shepherd – Pastore australiano
  • Pug– Carlino 
  • Daschhund – Bassotto
  • Sausage dog – Bassotto
  • Wiener dog – Bassotto

Non preoccupatevi però, non ci siamo certo dimenticati di chi invece ama i meticci: abbiamo infatti preparato una piccola selezione di termini in inglese anche per loro. Una precisazione al riguardo: il termine cur per dire “bastardino” o “incrocio” è ormai obsoleto e si usa soprattutto nei testi letterari; ancora in vigore sono invece mutt e mongrel.

Il primo è spesso usato in senso piuttosto peggiorativo, paragonabile al nostro “bastardo”, ad esempio per indicare un cane randagio. Il secondo, invece, ha una connotazione esclusivamente positiva. Negli Stati Uniti è possibile imbattersi anche nel termine Heinz57, in riferimento a un famoso slogan dell’azienda alimentare Heinz.

Lo slogan venne utilizzato per promuovere i 57 prodotti che compongono la straordinaria offerta del marchio. Vi starete magari chiedendo cosa c’entri tutto questo… Beh, l’espressione My dog is a Heinz 57 si è affermata negli Stati Uniti per riferirsi ai cani meticci perché questi presentano caratteristiche che sono frutto dell’incrocio tra diverse razze… un aspetto che li rende assolutamente unici!  

Frasi tipiche del mondo degli affari

I proprietari di cani sanno bene quanto sia difficile dover uscire sotto la pioggia battente o cambiare rapidamente direzione quando si incontra un altro amico a quattro zampe con cui il proprio non va proprio d’accordo (o ci va troppo d’accordo)…

Alzi la mano chi non si è infilato velocemente le mani in tasca in cerca di un biscottino per distrarre il proprio cane! C’è da dire che i cani ci hanno addestrati proprio bene! Si potrebbe dire che il cane è un eccellente negoziatore che sa esattamente quello che vuole (il biscotto) e come raggiungere il proprio obiettivo.

Forse è proprio per questo motivo che nel linguaggio commerciale inglese esistono numerosi modi di dire che alludono al cane. Date un’occhiata a questi esempi: 

  • Dog eat dog: Concorrenza feroce e dura; condizioni di lavoro o commerciali brutali; praticamente “tutti contro tutti” (lett. “Cane mangia cane”)
  • Eat your own dog food: Essere la migliore pubblicità per il proprio prodotto (lett. “Mangiare il proprio cibo per cani”)
  • That dog won’t hunt: Un piano destinato a fallire; non funzionerà  (lett. “Quel cane non caccerà nulla”)
  • A top dog/top dogs: Capobranco, comandare
  • Work like a dog: Lavorare duramente (lett. “Lavorare come un cane”)
  • Bark up the wrong tree: Essere sulla strada sbagliata (lett. “Abbaiare all’albero sbagliato)

Ed ora alcune frasi di esempio:  

  • He proved himself to be a top dog in this business. (Si è dimostrato un leader nel suo campo.)
  • We are gradually withdrawing from long-term investments because that dog won’t hunt. (Ci stiamo lentamente ritirando dagli investimenti a lungo termine perché non è un piano destinato a buon fine.)
  • It’s high time for me to take some time off. I’ve been working like a dog(È ora di prendersi delle ferie. Ho lavorato davvero tanto ultimamente.)
  • We should adjust our objectives for the next quarter because we’ve been barking up the wrong tree. (Dovremmo cambiare gli obiettivi per il prossimo trimestre, siamo sulla strada sbagliata.)

Il cane in inglese: parti del corpo e verbi

Come si chiama? Quanti anni ha il cane? Di che razza è? Possono giocare? Abbiamo già diviso i cinofili in amanti dei meticci e amanti dei cani di razza. Ora tratteremo invece i proprietari di cani particolarmente loquaci – quelli che amano chiacchierare mentre il cane fa le proprie cose – e quelli che invece tentano di nascondersi per evitare i primi.

Quando nascondersi non è un’opzione e l’incontro con un altro cane è, purtroppo, inevitabile (situazione in cui c’è un’alta probabilità di venire strattonati dal nostro compagno), non rimane altra scelta che abbandonare il guinzaglio e presentare il nostro amico a quattro zampe nel miglior modo possibile. In proposito, alcuni termini inglesi utili sono: 

  • Muso – Muzzle
  • Pelo/pelliccia – Coat
  • Zampa – Paws
  • Coda – Tail
  • Guinzaglio – Leash
  • Collare – Collar
  • Museruola – Muzzle
  • Abbaiare – To bark
  • Ringhiare – To growl
  • Guaire – To howl
  • FiutareTo sniff
  • Stendersi To lie down
  • Zampettare – To frisk
  • Scodinzolare – To wag its tail

Alcune frasi d’esempio:

  • Can you, please, keep your dog on a leash? (Puoi tenere il cane al guinzaglio, per favore?)
  • There are some areas where dogs must wear a muzzle. (In alcuni aree è obbligatorio che i cani portino la museruola.)
  • I couldn’t sleep because the dogs were barking all night. (Non sono riuscito/a a dormire perché i cani hanno abbaiato per tutta la notte.)
  • This puppy can’t stop wagging its tail! It’s adorable. (Il cucciolo non smette di scodinzolare! Adorabile!)

Se vi piacciono gli animali e le lingue, date un occhio a questi articoli:

Vuoi imparare l'inglese davvero?
PROVA BABBEL
Condividi: