Che lingua vuoi imparare?Right Arrow

5 consigli molto specifici e molto utili per imparare lo spagnolo

5 suggerimenti (e relativi video) per superare alcuni ostacoli nell’apprendimento dello spagnolo: de nada!
5 consigli molto specifici e molto utili per imparare lo spagnolo

¡Hola! Se state leggendo questo articolo, vuol dire che state cercando consigli per imparare lo spagnolo e io sarò più che felice di aiutarvi in questo fantastico viaggio di apprendimento!

Mi chiamo Cristina, vengo dalla Spagna, e cercherò di chiarire alcuni dubbi comuni agli studenti che si cimentano con lo spagnolo facendovi divertire con un paio di video, mentre imparate la mia bella lingua.

video thumbnail

I nostri 5 consigli per imparare lo spagnolo

1) Scoprite come differenziare tra ser ed estar

Hola, soy Cristina. Estoy en Berlín.

Uno dei consigli per imparare lo spagnolo che a mio avviso è tra i più importanti è vedere dove l’italiano e lo spagnolo trattano in modo diverso cose apparentemente semplici. Sì, sia ser che estar esprimono il verbo “essere” in spagnolo, quindi come possiamo sapere quando usare l’uno o l’altro? Vediamo brevemente come coniugarli al presente:

Pronome SER ESTAR
yo soy estoy
eres estás
él/ella/usted es está
nosotros/nosotras somos estamos
vosotros/vosotras sois estáis
ellos/ellas/ustedes son están

Mentre ser è usato per esprimere cose che sono permanenti, estar è usato per situazioni provvisorie. Usiamo ser per descrivere la nazionalità, il tempo, le relazioni, l’occupazione e le caratteristiche personali. Al contrario, estar è usato per luoghi, emozioni e condizioni temporanee.

Ricapitolando, quando dovete usare il verbo “essere” in spagnolo chiedetevi prima di tutto: voglio esprimere qualcosa di permanente, come una caratteristica personale, o qualcosa di temporaneo e legato alle emozioni?

Soy optimista. Sono ottimista. [caratteristica personale]
Estoy contenta.  Sono contenta. [stato temporaneo]

video thumbnail

2) Fate le domande giuste, e fatelo correttamente!

Quando si impara una lingua, si fanno molte domande  e uno dei migliori consigli per imparare lo spagnolo è capire presto come porle. In spagnolo ci sono alcune parole interrogative indispensabili per chiedere qualsiasi cosa.  Queste parole sono: 

qué che cosa
quién chi
dónde dove
cuándo quando
cómo come
cuánto/cuántos quanto/quanti

Dal chiedere quando e dove incontrerete i vostri amici a quanto costa un paio di occhiali da sole, tutto quello che vi serve sono queste parole combinate con i verbi giusti.

video thumbnail

(Leggi anche: I principali falsi amici tra italiano e spagnolo)

3) Esprimete i vostri sentimenti

Importante quanto imparare a fare domande è sapere come rispondere. I madrelingua spagnoli sono solitamente molto loquaci, quindi dopo aver detto il vostro nome e scambiato un paio di parole in spagnolo vi verranno probabilmente chieste un sacco di cose, a cominciare da:

¿Cómo estás? ¿Qué tal? (Come stai? Come va?)

Condividere ed esprimere i propri sentimenti è qualcosa di “molto spagnolo” da fare. Le persone non hanno paura di raccontarsi, per cui non solo vi riempiranno di domande, ma vi diranno sicuramente come si sentono:

Estoy muy bien. Sto molto bene.
Bien, gracias. Bene, grazie.
Estoy muy emocionado. Sono molto emozionato (maschile).
Me siento un poco triste. Sono un po’ triste.
Estoy enfadada. Sono arrabbiata (femminile).
Estoy fatal. Mi sento malissimo.

Come avrete capito da uno dei precedenti consigli per imparare lo spagnolo, il verbo estar può significare “essere” e, in questo caso, anche “sentire”. 

video thumbnail

4) Consigli per imparare lo spagnolo? Imparate a dire no!

Quando si esprime una negazione in spagnolo, no viene posto prima del verbo.

¿Vamos al cine? (Andiamo al cinema?)
No, no puedo. (No, non posso.)

Anche se vorremmo sempre rimanere “affermativi” e dire di sì a tutto, a volte abbiamo bisogno di rifiutare o negare le cose. Per queste occasioni le forme negative spagnole ci torneranno sicuramente utili. Inoltre, come noterete, la doppia negazione è grammaticalmente corretta in spagnolo!

nadie – alguien – todos nessuno – qualcuno – tutti
nada – algo – todo niente – qualcosa – tutto
nunca – siempre mai – sempre

¿Quieres venir a la fiesta? (Vuoi venire alla festa?)
No tengo tiempo para nada. (Non ho tempo per niente.)
Nunca tengo tiempo. (Non ho mai tempo.)
Nadie tiene tiempo. (Nessuno ha tempo.)

video thumbnail

5) Imparate la differenza tra por e para (una volta por tutte)

Carissimi studenti e carissime studentesse di spagnolo, so che fate molta fatica a capire quando usare le parole por e para. Por ese motivo (per questo motivo), voglio provare a chiarirvi un ultimo dubbio, para que no cometas más errores (così non farete più errori).

Quando usare para: per parlare di obiettivi, scopi o destinazioni.
Quando usare por:
per cause o ragioni di qualcosa, e per tempo e prezzi.

Ora vediamo alcuni esempi:

Leo por las noches. (Leggo durante la notte)
Este regalo es para mi madre.
(Questo regalo è per mia madre)
Estudio mucho para tener un buen trabajo.
(Studio molto per ottenere un buon lavoro)
Por este precio puedes comprarte otra cosa.
(Per questo prezzo ti puoi comprare qualcos’altro)
Para ir a Argentina tengo que ir en avión.
(Per andare in Argentina, devo viaggiare in aereo)

video thumbnail

Questi sono solo alcuni importanti consigli per imparare lo spagnolo da subito, anche se questo ovviamente è solo l’inizio. 


Altri link utili e consigli per imparare lo spagnolo:

Vuoi parlare lo spagnolo come hai sempre sognato?
Cristina Gusano
Cristina Gusano Sanz ha imparato a parlare molto prima di camminare, e alcuni potrebbero confermare che da allora non ha mai smesso. Ha studiato storia dell'arte per poi specializzarsi in comunicazione, social network e marketing culturale. Vive a Berlino dal 2011 e si è unita al team di Babbel nel 2015. Preferisce scrivere lettere "alla vecchia maniera" alla sua famiglia e ad i suoi amici e le piace molto cantare mentre va in bicicletta. Seguimi su Twitter.
Cristina Gusano Sanz ha imparato a parlare molto prima di camminare, e alcuni potrebbero confermare che da allora non ha mai smesso. Ha studiato storia dell'arte per poi specializzarsi in comunicazione, social network e marketing culturale. Vive a Berlino dal 2011 e si è unita al team di Babbel nel 2015. Preferisce scrivere lettere "alla vecchia maniera" alla sua famiglia e ad i suoi amici e le piace molto cantare mentre va in bicicletta. Seguimi su Twitter.

Articoli che ti potrebbero interessare

Le mie 7 parole preferite in spagnolo

Le mie 7 parole preferite in spagnolo

Tutti conoscono “siesta” ma sapete perché la parola “leche” è così importante per chi impara lo spagnolo?
Presentarsi in spagnolo: tutte le espressioni da imparare subito

Presentarsi in spagnolo: tutte le espressioni da imparare subito

Quanti modi ci sono per salutare in spagnolo? Scopritelo assieme alla nostra madrileña Cristina.
Le 5 migliori ragioni per imparare lo spagnolo

Le 5 migliori ragioni per imparare lo spagnolo

Quali sono le migliori ragioni per iniziare subito a imparare lo spagnolo? Ecco la nostra lista.