Che lingua vuoi imparare?Right Arrow
Impara una lingua quando e dove vuoi

5 consigli molto utili e molto specifici per imparare il francese

Vi siete innamorati del francese, ma fate ancora fatica a farvi capire? Ecco i nostri 5 migliori consigli per imparare il francese, messi a punto da uno dei nostri esperti linguistici.
5 consigli molto utili e molto specifici per imparare il francese

Il francese è una delle lingue più facili da imparare per gli italiani: si tratta infatti di una lingua neolatina, come quella italiana. In ogni caso, qualche suggerimento utile non può certo fare male. Vi aiuterà, quanto meno, ad imparare molto più in fretta. Il francese, per i principianti, nasconde tuttavia varie insidie. Ecco quindi i nostri 5 migliori consigli per imparare il francese e superare tali ostacoli!

I nostri consigli per imparare il francese

1. Attivate la vostra memoria passiva

A un primo sguardo, può sembrare difficile stare dietro allo spelling e alle coniugazioni dei vari tempi verbali in francese. La buona notizia? È possibile imparare tutto ciò senza farsi venire un esaurimento nervoso. Il segreto sta nell’utilizzare la vostra memoria passiva. 

Fate affidamento principalmente sulla memoria visiva quando studiate?  Allora leggere un articolo o un libro interessante in francese vi aiuterà a memorizzare la giusta ortografia, l’uso dei tempi verbali, il genere dei sostantivi e il vocabolario. Non sforzatevi troppo di capire tutto, scegliete semplicemente un libro adatto al vostro livello. Potete semplicemente tradurre le parole che vengono ripetute più spesso e presto le integrerete all’interno del vostro vocabolario. Il contesto vi aiuterà a capire il resto! 

Lo stesso vale per le serie tv, i film, i video su YouTube o i podcast in francese. Sono in grado di aiutare a migliorare la grammatica chi impara facendo affidamento principalmente sull’ascolto e permettono anche di adottare la giusta intonazione e il giusto accento.  Anche in questo caso, vi consigliamo di guardare video adatti al vostro livello, senza i sottotitoli in italiano (siete però autorizzati a usare i sottotitoli in francese).  Dovreste concentrarvi solo sul francese!

Se integrate quest’abitudine nella vostra routine quotidiana, probabilmente inizierete ad utilizzare i giusti tempi verbali e la giusta intonazione senza sforzarvi più di tanto a livello conscio. Siete scettici in merito? Di fatto è così che i bambini imparano la loro lingua madre: nessuno insegna loro le regole grammaticali.

(🎧 “En route vers le français”: il nostro nuovo podcast per chi vuole imparare il francese 🎧)

2. Fate attenzione al genere dei sostantivi

Métro è maschile o femminile? Anche in francese, come accade in italiano, i sostantivi hanno un genere e possono essere maschili o femminili. 

Trattandosi di due lingue molto vicine, ci sono molti sostantivi francesi che hanno lo stesso genere del corrispettivo italiano;  non sempre è così, però, e ci sono eccezioni che vanno memorizzate, magari con l’aiuto di annotazioni su post-it.  La metropolitana (métro) e la sabbia (sable), ad esempio, sono maschili in francese; invece il pianeta (planète) o il pomodoro (tomate) sono femminili. In ogni caso, può sempre fare comodo rifarsi ad alcune regole di carattere generale. Le trovate qui di seguito. 

Le terminazioni dei nomi femminili: 

  • terminazioni in -e, come nel caso di -ise (surprise), -ine (mandarine), -alle (balle), -elle (poubelle), -euse (danseuse), -esse (maîtresse), -ette (fourchette), -ille (fille), -ière (théière), -ance (romance) ed -ence (urgence)
  • -ude, -ure, -ade (attitude, peinture e promenade)
  • tion, -sion, -son (natation, pension, maison)
  • -ée, – (idée, liberté)

Le terminazioni dei nomi maschili: 

  • alcune paole che finiscono in -e sono di genere maschile, con terminazioni come -tre (théâtre), -cle (article), -age (fromage), -ège (siège) e -isme (capitalisme)
  • –and (marchand)
  • -ou (bijou)
  • -oir (comptoir)
  • -ment (gouvernement)
  • -il, -ail, -eil (fil, ail, accueil)
  • -eau (couteau)
  • -eur (professeur)
  • le consonanti in genere

Troverete sicuramente alcune eccezioni, si incontrano sempre quando si impara una lingua, ma non temete! Commettere questo tipo di errori, quando si è all’inizio, non è grave e sicuramente verrete compresi lo stesso.  Se continuate ad esercitarvi nella vita di tutti i giorni, questi errori scompariranno da soli col tempo. “Sbagliando s’impara” può sembrare una frase fatta ma è uno dei migliori consigli per imparare il francese, ma non solo!

3. Concentratevi sull’intonazione

Pronunciare correttamente la r francese e i suoni nasali tipici di questa lingua può essere sicuramente difficile, ma è un ostacolo che viene sopravvalutato dai principianti. La vera sfida risiede nell’intonazione.

Anche se la vostra pronuncia è mediocre, i francesi vi capiranno molto meglio se l’intonazione è corretta; sicuramente meglio rispetto alla situazione inversa. Se ponete enfasi al momento giusto all’interno delle frasi, la persona con cui state parlando capirà dove la frase inizia e dove finisce e quali sono le informazioni più importanti. Conferirete struttura a ciò che state comunicando e aiuterete il vostro interlocutore a capire più rapidamente quello che state dicendo. La buona notizia è che l’intonazione in francese è molto semplice! Qui di seguito troverete alcune regole.

  • La sillaba su cui si pone enfasi nelle parole è sempre l’ultima e il tono è discendente.
  • La parte di una frase su cui si pone enfasi è sempre l’ultima sillaba. Nelle frasi affermative si usa un tono discendente, mentre in quelle interrogative il tono è ascendente.  Potete anche porre enfasi sulle parole più importanti di una frase: 

Provate a ripetere alcune frasi semplici mentre guardate un video e, una volta che avrete imparato l’intonazione corretta, la pronuncia della r non sarà più un problema. Al contrario, potrebbe dare al vostro accento un tocco esotico e affascinante!

(Leggi anche: I 20 verbi più comuni in francese)

4. State attenti ai prestiti linguistici

Forse uno dei consigli per imparare il francese meno ovvi è quello di evitare le espressioni e le parole più stereotipicamente francesi.  Tra i tanti esempi ci sono oh là là, c’est la vie o “garçon” (per chiamare il cameriere). Se volete apostrofare un cameriere o una cameriera, dite semplicemente s’il vous plaît o excusez-moi! I prestiti linguistici potrebbero suonare parecchio datati alle orecchie di un francese e, in generale,  potrebbero non essere usati con lo stesso significato o con la stessa frequenza in francese (l’unica eccezione è il vocabolario legato al cibo, ma affronteremo il tema tra poco). In italiano, esistono poi anche i falsi francesismi: ad esempio prémaman, riferito all’abbigliamento, in francese si dice de grossesse e la parola chiffon non viene usata per descrivere un tessuto specifico, ma si traduce piuttosto con “straccio”. 

L’italiano si è appropriato di molte parole ed espressioni francesi, che possono fornire un buono spunto; voi, però, cercate di utilizzare il vocabolario che avete sentito in un contesto in cui si parla francese (in vacanza in Francia, in un film in lingua originale eccetera) oppure nell’ambito di una lezione di lingua francese.

(Leggi anche: Le 5 migliori ragioni per imparare il francese)

5. Consigli per imparare il francese: il vocabolario relativo al cibo è importante!

Come probabilmente saprete già, i francesi sono ossessionati dal cibo tanto quanto gli italiani. Ciò significa che imparare il vocabolario relativo al cibo è un ottimo modo per rompere il ghiaccio con una persona che parla il francese e per sembrare quanto più francesi possibile.  In Italia, in ambito gastronomico e della ristorazione, vengono utilizzati (o comunque sono noti) numerosi termini francesi, quindi partite avvantaggiati!

menuà la cartepicnic
cuisinebriochehors-d’oeuvre
bistrotchefalcool
entréemoussepetit four
bouillabaissevinaigrettecroissant
dessertomelettebaguette

Se non avete la possibilità di fare un viaggio in un paese in cui si parla francese, potete provare a cercare un ristorante o bistrot francese vicino a casa vostra! Ordinate il cibo e complimentatevi con gli chef in francese: saranno molto contenti!

Questi consigli per imparare il francese sono naturalmente un buon inizio, ma nulla può competere con la pratica. Quindi non abbiate timore di parlare e continuate a studiare!


Altri link utili se state imparando il francese:

Allora, vuoi davvero iniziare a studiare il francese?
Author Headshot
Caroline Paboeuf
Dopo aver studiato letteratura e cinema in Bretagna (Francia), sognando molte avventure, Caroline si è ritrovata a Mosca, dove ha insegnato il francese e imparato il russo. Le coincidenze della vita l'hanno poi portata a Berlino, dove sta esplorando l'affascinante città multiculturale e lavorando come esperta linguistica presso Babbel.
Dopo aver studiato letteratura e cinema in Bretagna (Francia), sognando molte avventure, Caroline si è ritrovata a Mosca, dove ha insegnato il francese e imparato il russo. Le coincidenze della vita l'hanno poi portata a Berlino, dove sta esplorando l'affascinante città multiculturale e lavorando come esperta linguistica presso Babbel.

Articoli che ti potrebbero interessare

Profili Instagram da seguire per migliorare il francese

Profili Instagram da seguire per migliorare il francese

Siete stufi di passare le vostre giornate procrastinando sul diabolico social invece che darci dentro con le lezioni di lingua? Unite l’utile al dilettevole e allenate il francese su instagram!
Le mie parole preferite in francese

Le mie parole preferite in francese

In francese esistono parole ed espressioni splendide che non hanno equivalenti in altre lingue. Ecco una lista delle mie parole francesi preferite.
8 espressioni francesi che vi conquisteranno

8 espressioni francesi che vi conquisteranno

La nostra redattrice francese Marion ha preparato per voi una lista di espressioni molto utili da sfoggiare durante il vostro prossimo viaggio.