Che lingua vuoi imparare?Right Arrow

10 parole d’autunno da tutta Europa

Lo sentite anche voi questo profumino di autunno?
10 parole d’autunno da tutta Europa

Per alcuni è la stagione prediletta. I colori, i sapori, gli odori, il ritorno alla routine, certo, ma anche un nuovo inizio che porta energie e motivazione. Per altri è invece solo il prologo all’arrivo del freddo e di una lunga attesa delle vacanze del bel tempo: è l’autunno. Ecco quindi una selezione di 10 parole d’autunno da tutta Europa, per entrare nel mood.

Le nostra parole d’autunno preferite

1. Calavera (Spagnolo) 

Traduzione: Teschio del Giorno dei Morti

Amiamo l’autunno perché è una stagione ricca di eventi e il Día de los Muertos, celebrato a novembre, spicca nella nostra lista dei preferiti. I coloratissimi calaveras, o teschi di zucchero, sono il simbolo di questa celebrazione messicana della vita e della morte. 

La loro funzione è quella di ofrenda (offerta) ai defunti e solitamente sono realizzati con alfeñique (una miscela di zucchero, acqua calda e limone) o argilla, decorati con fiori, perline, piume, glassa e poi posti come decorazione su degli altari. 

2. Conkers (Inglese britannico) 

Traduzione: Gioco tradizionale per bambini con le castagne d’India 

L’autunno è la stagione delle castagne e il Regno Unito è un paese che vanta quasi mezzo milione di ippocastani. Non appena le castagne cominciano a cadere verso la fine di settembre, i bambini di tutto il paese recuperano dei lacci delle scarpe, raccolgono le conkers (castagne) e si preparano alla battaglia. 

Durante il gioco, che risale al diciannovesimo secolo, ci si sfida a coppie, armati di una castagna a testa.  Per giocarci, bisogna forare una castagna e farci passare un pezzo di corda o un laccio da scarpe di 20 centimetri, fissando le due estremità con un nodo. A turno gli sfidanti dovranno cercare di colpire e rompere la castagna dell’avversario.

Per giocare veramente, però, è necessario sapere come imbrogliare: cuocete brevemente la vostra conker nel forno, immergetela nell’aceto o verniciatela con dello smalto per unghie e la vittoria sarà assicurata. Le castagne più dure vincono sempre. 

3. Herbstlaubtrittvergnügen (Tedesco)

Traduzione: Il piacere di prendere a calci un mucchio di foglie autunnali

Nessuna lista di parole autunnali sarebbe completa senza una lunghissima parola tedesca. In fondo, sappiamo bene che ai tedeschi piace giocare con le parole composte. 

Herbstlaubtrittvergnügen è un sostantivo che evoca piacevoli immagini di passeggiate romantiche al parco durante le quali ci si può divertire a calciare cumuli di foglie secche e dorate, mano nella mano con la persona amata (ok, forse un po’ troppo smielato, ma l’autunno è bello anche per questo). 

Questo termine è composto dalle parole Herbst (autunno), Laub (foglie), Tritt (calcio) e Vergnügen (piacere).  Combinate insieme descrivono perfettamente questo piacevole passatempo autunnale, vero?

4. O’ Zapft Is (Tedesco)

Traduzione: Si stappa!

Di certo non si può parlare di autunno e di parole d’autunno senza menzionare l’Oktoberfest. Nonostante il suo nome, questa festa popolare della Germania meridionale inizia in realtà a settembre. La data d’inizio è stata infatti anticipata per permettere ai visitatori di godere di temperature più calde. 

Per la precisione, gli avventori abituali vi diranno che l’Oktoberfest inizia solo quando il sindaco di Monaco apre il primo fusto di birra con il suo martello di legno nel tendone di Schottenhamel (nel 1950, il sindaco Thomas Wimmer dovette impiegare 19 colpi per aprire il primo fusto).

Dopo aver fatto esplodere dodici petardi, i festeggiamenti iniziano ufficialmente con le grida di O’ Zapft is!, che nel dialetto bavarese significa letteralmente “è stato spillato”. Ovviamente in riferimento al fusto di birra, ma si può intendere più semplicemente come un “che la festa cominci!” 

5. Pumpa (Svedese) 

Traduzione: Zucca 

In Svezia l’autunno è la stagione della raccolta delle zucche e no, non a causa di Halloween (anche se la festa sta lentamente prendendo piede). Per una raccolta di zucche di prima qualità, andate sull’isola di Öland, al largo della costa orientale della Svezia continentale, per l’Öland Harvest Festival

Si tratta di una celebrazione settembrina considerata la più grande e popolare festa del raccolto svedese, con oltre 900 attività e più di 200.000 visitatori ogni anno. La protagonista indiscussa del festival, ovviamente, non è altro che l’umile zucca. Mostre d’arte, gare di cucina e mercati alimentari celebrano la bellezza delle zucche.

C’è anche la competizione delle zucche giganti. Nel 2018, la zucca più grande pesava 542 chili!    

6. Pаспуутица (Russo) 

Translation: Una stagione di cattive strade 

Pаспуутица (Rasputitsa) è una parola autunnale e valida sia per la primavera che per l’autunno. Entrambe le stagioni sono caratterizzate da strade non asfaltate e fangose pericolose per i conducenti. Questo fenomeno era molto comune all’inizio del ventesimo secolo, quando almeno il 40% dei villaggi rurali del paese erano collegati da strade sconnesse (oppure non c’erano proprio).

Rasputitsa deriva dal prefisso раз (disfatto) e dalla parola путь (via/strada). Si può anche collegare vagamente al temibile Rasputin, il cui nome deriva dalla parola “incrocio”, распутье

7. La Rentrée (Francese)

Traduzione: Il ritorno (a scuola o al lavoro dopo le vacanze estive) 

La rentrée equivale a un secondo Capodanno se si vive in Francia, tanto che è impossibile evitarla. La rentrée non riguarda solo il rientro dei ragazzi a scuola dopo le vacanze estive o il ritorno degli adulti al lavoro dopo una lunga vacanza.

Ogni strato della società ha la sua rentrée. I politici tornano in Parlamento. Caffè, bar, ristoranti, negozi e boulangeries riaprono dopo la pausa estiva. Anche i presentatori televisivi tornano sullo schermo e le case editrici annunciano il lancio di nuovi libri.

La rentrée può essere considerata come il richiamo ai normali ritmi di vita dopo il relax dell’estate.

8. Tartufi (Italiano) 

In autunno, il Piemonte e l’Umbria diventano centri nevralgici di attività di ricerca del tartufo e questa parola non può mancare dalla lista delle più belle o, meglio, buone, parole d’autunno. Ci sono circa 100 tipi di specie di tartufo in natura, ma solo nove di esse sono commestibili

I tipi più conosciuti sono il tartufo bianco e il tartufo nero. Per scavare questi gustosi funghi, i trifolau (piemontese per “scavatori”) impiegano cani meticci. 

Per un’esperienza culinaria da ricordare, visitate una delle tante fiere italiane del tartufo nei mesi di ottobre e novembre. La Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba è una delle più note. Qui si possono gustare alcuni squisiti piatti locali, come la carne cruda all’albese, condita con tartufi bianchi d’Alba. 

9. Vindima (Portoghese)

Traduzione: Vendemmia

Settembre è il mese della vindima nella valle del Douro, una delle regioni vinicole più antiche del mondo. I viticoltori portoghesi aspettano questo momento per tutto l’anno. Nonostante il faticoso lavoro – l’uva viene raccolta a mano, trasportata in grandi casse, separata dai raspi e calpestata dai lavoratori – è anche un momento di festa.

Dopo un anno intero di attesa, i vinícolas (viticoltori) possono raccogliere i frutti del loro lavoro. Anche i visitatori della regione possono partecipare alle attività di raccolta e pigiatura dell’uva, e nessuna visita alla regione può considerarsi completa senza aver assaggiato lo squisito vino rosso locale.

10. Złota Polska Jesień (Polacco)

Traduzione: Autunno polacco dorato 

Chiudiamo la nostra lista di parole d’autunno con una frase che i polacchi usano per descrivere l’autunno. In un paese con il 30% del territorio ricoperto da foreste, Złota polska jesień è davvero uno spettacolo da vedere.  Gli alberi si vestono di sfumature rosso-oro e il tempo è ancora relativamente caldo e soleggiato, ottimo quindi per godersi lunghe passeggiate all’aria aperta. 

Per apprezzare l’autunno polacco in tutto il suo splendore, visitate il Parco Łazienki, il più grande parco di Varsavia. A 20 minuti a nord di Cracovia si trova anche il parco di Ojców, il più piccolo parco nazionale della Polonia.

💡 Se vi sono piaciute queste parole autunnali, ecco una lista di articoli sulle parole a tema:

Questo articolo è apparso originariamente nell’edizione inglese di Babbel Magazine.

Vuoi imparare una nuova lingua?